Cala il sipario per la stagione 2022 della MotoGP. Il Kartodromo di Valencia come spesso accade è stato teatro dell'ultimo atto stagionale, il quarto in Spagna. Alex Rins trionfa nell'addio della Suzuki, davanti a una super KTM di Brad Binder e a Jorge Martin, che salva il podio della Ducati in difficoltà nel circuito Valenciano. Quartararo è quarto, Bagnaia indietro e solo nono, ma comunque sufficiente per essere campione del mondo. Andiamo a dare i voti ai protagonisti di quest'ultimo GP della stagione.
Alex RINS (Pilota Suzuki, 1° classificato) Voto 10: Il saluto più bello. Le luce della ribalta naturalmente la porta a casa Pecco, ma la storia della Suzuki che vince l'ultima gara prima del ritiro è qualcosa che merita un libro. Una storia fantastica, peccato si interrompa così. Alex parte alla grande e comanda dal primo all'ultimo metro, senza grandi patemi.
MotoGP
🏍 Bagnaia story, l'alfabeto del nuovo campione del mondo MotoGP
06/11/2022 ALLE 14:06
Brad BINDER (Pilota KTM, 2° classificato) Voto 9,5: Gara a dir poco stellare del sudafricano, che non parte alla grande ma a suon di sorpassi scala la classifica e chiude addirittura al secondo posto, con una KTM super che nella seconda parte della corsa si dimostra una moto stellare.
Jorge MARTIN (Pilota Ducati Pramac, 3° classificato) Voto 7: Come al solito Jorge dopo una super qualifica, torna un po' sulla terra alla domenica. Partenza negativissima, dietro a Rins ha problemi di avantreno e di pressione e quindi non riesce a dare il massimo. Comunque riesce a portare la Ducati sul podio.
Francesco BAGNAIA (Pilota Ducati, 9° classificato) Voto 9: Come la sua posizione in gara. Il suo Gran Premio - il più difficile della carriera - non è brillante ma per una volta chissenefrega, visto che la posta in gioco era altissima e dopo una rimonta epica, serviva portare a casa il Mondiale. Parte non male, poi intraprende un duello in fin dei conti inutile ma per mettere pressione a Quartararo, che gli fa perdere l'ala e quindi gli crea problemi sull'avantreno per il resto della gara. Così la sua diventa una corsa complessa, una piccola agonia. Alla fine chiude nono, ma poco importa.
Fabio QUARTARARO (Pilota Yamaha, 4° classificato) Voto 6,5: Guardando il passo gara del venerdì, sembrava averne per stare davanti. Invece a inizio gara non parte bene, perde tempo con qualche duello e quindi è lontano dai primi. Nel finale si fa passare anche da Binder e quindi chiude fuori dalla top three. E' costretto quindi ad alzare bandiera bianca nel duello mondiale. Comunque El Diablo è sempre El Diablo, per cui è sconfitto nel 2022, ma attenzione a lui per il prossimo anno.
Enea BASTIANINI (Pilota Ducati Gresini, 8° classificato) Voto 6: Weekend non facile per lui, che comunque coglie l'obiettivo sperato e cioè il podio nella generale. Con il ritiro di Aleix ha bisogno solo di pochi punti e li porta a casa con l'ottavo posto finale.
Jack MILLER (Pilota Ducati, nc) Voto 5,5: Voleva chiudere la sua avventura Ducati con un podio, invece finisce nella sabbia nelle tornate conclusive quando era quarto superato da Binder. Un vero peccato.
Marc MARQUEZ (Pilota Honda Repsol, nc) Voto 4: Si pensava potesse anche vincere, invece chiude nella ghiaia. Butta via un importante risultato, dato che poteva sicuramente almeno andare a podio. Alla fine poco male, l'importante per lui è martedì nei test 2023.
APRILIA Voto 3: Semplicemente incomprensibile il finale di stagione della moto italiana. La campagna d'Asia ha totalmente spento la squadra di Noale. A Valencia si è toccato il fondo, con entrambe i riders costretti al ritiro nelle prime tornate. Aleix purtroppo si chiama fuori anche nel podio nella generale, dopo essere stato a lungo in lotta anche per il titolo.

Bastianini: "Tuffi? Ero bravo, ma sognavo la moto non i Giochi"

MotoGP
Bagnaia campione del mondo MotoGP: i numeri di un trionfo italiano
06/11/2022 ALLE 13:57
Gran Premio di Valencia
Dall'Igna: "Questo titolo coronamento di un viaggio stupendo"
06/11/2022 ALLE 18:59