Seconda qualifica stagionale della MotoGP e seconda pole Ducati nel back to back in Qatar. Nel buio di Losail, con tanta sabbia e vento in pista, le moto italiane si dimostrano le migliori sul giro secco. Ma stavolta non ci sono davanti a tutti le Ducati ufficiali con Bagnaia o Miller, ma quelle del team Pramac.
A sorpresa, ma in maniera assolutamente meritata, Jorge Martin conquista la pole position. Grandiosa qualifica del rookie spagnolo, che sfrutta al meglio il suo bolide a due ruote per piazzare crono inarrivabili per i rivali. Sorprendente qualifica di Jorge che, dopo un primo weekend a Doha ricco di alti e bassi, in questo secondo atto prende maggiormente le misure alla classe regina, avvicinandosi sempre di più alla vetta, fino alla zampata in qualifica.
MotoGP
Binder risponde a Valentino Rossi: "È sensibile, non l’ho toccato"
03/04/2021 A 12:53
A star is born? Difficile a dirsi. Le statistiche però dicono che gli ultimi due rookie capaci di andare in pole alla seconda gara in MotoGP sono stati Casey Stoner nel 2006 e Marc Marquez nel 2013. Insomma, tanta roba.
E' grandissima festa nel box Pramac: alle spalle di Martin si conferma Johann Zarco. Il francese è in grande forma e si trova benissimo sulla Ducati. Oggi però è battuto dal compagno di squadra e neanche di poco, due decimi. Chiude la prima fila Maverick Viñales: Top Gun non inizia al meglio il Q2, forse con qualche problema di gomme. Ma nel secondo run fa la parte del fenomeno e si porta davanti a tutti, prima di assistere allo show Pramac. Alla fine è in prima fila, in mezzo a tante Ducati, dato che Jack Miller è quarto.
Quinto Fabietto Quartararo davanti a Pecco Bagnaia. In fin dei conti i due giovani sono un po' le delusioni di questo sabato, dato ciò che avevano messo in mostra sette giorni fa. Però la gara è domani ed entrambi possono fare bene. Settimo un buon Aleix, che conferma l'ottimo momento di casa Aprilia. Ottava e nona la Suzuki. La moto blu si dimostra sempre lontano in qualifica dai migliori e in difficoltà. Ma mai sottovalutarle in gara, guardando le tante rimonte nella scorsa stagione. Solo decimo Franco Morbidelli, comunque in top ten, a differenza del compagno di squadra naufragato nelle retrovie.
Si perché Rossi è in crisi nera. Qualifica disastrosa del Dottore, 21mo in griglia, penultimo davanti solo a Lorenzo Savadori. Malissimo.
Per domani sarà bellissima lotta. Le Ducati non possono perdere questo secondo atto, Zarco e Miller sono i favoriti, ma attenzione a Jorge Martin, pronto a rovinare la festa ai compagni.

La griglia di partenza

La cronaca in 5 momenti chiave

- Nelle FP4 Ducati ancora in grande spolvero con il miglior tempo di Zarco. Male Valentino Rossi, in grande difficoltà.
- Parte il Q1 con Mir che fa subito tempi super. Bene Binder, ma poi arriva Petrucci che batte il compagno di moto.
- Nel giro decisivo il campione del mondo si migliora ancora e si qualifica. Per il secondo posto è grande lotta: super Marini fa tempi grandiosi, ma alla fine rimane fuori per soli otto millesimi, battuto da Miguel Oliveira. Quarto Marquez, poi Pol, Nakagami, Petrucci. E Rossi? PENULTIMO!
- Primo run del Q2 con un protagonista solo: Jorge Martin. Lo spagnolo è fenomenale nei primi giri e si piazza davanti a Quartararo, Aleix, Morbidelli e Bagnaia. Male Viñales e Rins, lontano dai leader.
- Nel secondo run Viñales alza il ritmo e torna a comandare. Ma Martin ne ha e clamorosamente torna davanti a tutti. Super festa Pramac con Zarco che sale in seconda piazza. Quarto Miller, poi Quartararo quinto.

La statistica chiave

Peggior qualifica della storia di Valentino in tutte le classi, 21mo in griglia. Al massimo era stato 18mo.

La dichiarazione

Jorge MARTIN: "E' stato bellissimo. Ho guidato benissimo. Avevo paura del vento, ma ho lavorato bene e ho fatto una pole, da solo senza scia e senza errori. Ero al limite in ogni curva, ho tirato tanto ma sono felicissimo".

Il momento social

Il migliore

Jorge MARTIN: Semplicemente incredibile. Settimana scorsa si era messo in luce con una grande partenza, poi poco altro. Questo weekend ha fatto subito uno step in più con tanti ottimi crono nelle libere, ma nessuno si poteva immaginare la pole. Invece sfrutta al meglio una moto pazzesca per issarsi davanti a tutti. Fantastico.

Il peggiore

Valentino ROSSI: Inutile fare giri di parole, vedere Rossi penultimo quando gli altri con la stessa moto sono almeno 10 posizioni avanti c'è qualcosa che non va. Veramente in crisi nera aLosail in questo secondo weekend. E per domani sarà forse ancora più dura.

Valentino Rossi, 42 anni di una leggenda non ancora sazia

Grand Prix Doha
Rossi a Lucchinelli: "Devo smettere? Dire che mi leccava il c..."
02/04/2021 A 08:54
MotoGP
Lucchinelli: "Rossi è stato un marziano ma adesso basta!"
01/04/2021 A 21:57