Meno di una settimana dopo il GP del Qatar, sulla stessa pista di Losail va in scena il secondo GP del 2021 della MotoGP. I valori saranno stravolti oppure ci dobbiamo attendere ancora una lotta Ducati e Yamaha per la vittoria. Staremo a vedere di sicuro, la speranza è di vedere qualche italiano in più, protagonista oltre a Pecco Bagnaia. Il piemontese, così come il compagno di marca Johann Zarco, non si è nascosto spiegando che in questa tre giorni qatariota si attende la vittoria. Chi invece spera di tornare a giocarsi le posizioni che contano in gara è la coppia di piloti Yamaha Petronas, Franco Morbidelli e Valentino Rossi: i grandi delusi del primo GP che vanno a caccia di riscatto. Di seguito ecco le voci dei protagonisti alla vigilia del Gran Premio di Doha.

Pecco Bagnaia (Pilota Ducati)

"Sembra che anche domenica dovremo affrontare tanto vento, ma saremo più pronti questa volta. Per quanto visto un anno fa, le doppiette sono sempre risultate differenti tra gara-1 e gara-2, per cui dovremo capire come andranno le cose. Di sicuro farò di tutto per tornare a lottare per il successo, e non solo per il podio. Penso di aver fatto tutto quello che era in mio potere per puntare al bersaglio grosso. Mi è stato detto che in gara-1 avrei potuto lasciare tirare Yamaha o Suzuki, ma se arrivassi di nuovo davanti a tutti in curva 1 farei le stesse cose. Per fare un esempio, tre anni fa la Ducati vinse la gara con 8 secondi in meno nel tempo totale. Il passo è stato comunque veloce e ha chiesto molte alle gomme. Anzi, il gran vento costringeva le moto a curvare quasi solo con il posteriore. Un aspetto decisivo anche in vista di domenica. Ad ogni modo abbiamo analizzato i dati e sappiamo come e dove intervenire. Aver seguito Yamaha e Suzuki in pista ci ha, inoltre, permesso di capire molte cose fondamentali. Non penso. So che questo circuito è favorevole alle nostre moto, ma anche i rivali vanno forte. Domenica abbiamo visto che andavamo molto bene nella prima parte di gara, meno nella seconda. Benissimo in alcuni punti, meno in altri. Proprio per questo non dovremo sentirci delusi se non vinceremo nemmeno domenica. Dovremo fare di tutto per sfruttare le chance, dato che ne abbiamo, iniziando dallo sfruttare nel modo migliore la gomma posteriore".
Grand Prix Doha
Rossi-Morbidelli, sarà rinascita o flop: 5 domande al GP di Doha
01/04/2021 A 18:15

Una splendida piega di Pecco Bagnaia, il pilota alla prima gara nel team ufficiale Ducati ha comandato la gara per 16 giri

Credit Foto Getty Images

Valentino Rossi (Pilota Yamaha Petronas)

"Dobbiamo cercare essere più veloci e forti dell'ultima gara in cui non siamo stati rapidi come volevo. Abbiamo visto i dati e cercheremo di cambiare qualcosa per avere più grip e salvare maggiormente le gomme. Ho visto quelli di Vinales che ha gestito bene le gomme nella scorsa gara, ma lui aveva qualcosa di differente nel setting e nell'elettronica: in questi casi è difficile poter usare le stesse cose perché ogni pilota ha il suo stile. Poi ho parlato pure con Fabio Quartararo, che ha avuto problemi di gomme simili ai miei, ma anche lui ha uno stile differente rispetto a Vinales. Lui è comunque andato più forte di me, i dati sono utili a capire e tutto il nostro lavoro deve essere focalizzato su questo aspetto per cercare di allungare la vita della gomma posteriore perché possiamo essere molto più veloci dell'ultimo GP. Lottare per il 10° o il 12° o il podio non cambia: non è la posizione che fa la differenza, ma dipende dal pilota con cui combatti. Alcuni hanno rispetto e sono molto puliti, altri come Binder (con cui il Dottore ha lottato nell'ultimo GP) sono più duri e non si curano degli altri: frenano in modo duro, ti puntano e ti costringono a rialzare la moto in battaglia. È un po' una questione di questi tempi: una volta potevi toccarti con un avversario, ma cercavi di evitarlo, mentre oggi in tanti pensano solo alla loro gara e non agli avversari. Forse dopo alcuni duelli sarebbe meglio chiarirsi in modo più diretto, ma ora ci sono più telecamere di un tempo e maggiore pressione da fuori: se fai una cosa vera, sanguigna e sincera poi partono le polemiche che ti sfiniscono per settimane. Bisogna essere più politicamente corretti o comportarsi da furbi. Purtroppo, i vecchi tempi non torneranno più".

Valentino Rossi

Credit Foto Getty Images

Franco Morbidelli (Pilota Yamaha Petronas)

"E' importante affrontare questo GP con le giuste motivazioni, al di là di quanto accaduto domenica scorsa. L’obiettivo è tornare ad attaccare come faccio di solito, abbiamo cercato di analizzare quanto accaduto domenica, abbiamo visto che c’era un problema sulla griglia con il sistema di abbassamento dell’ammortizzatore posteriore. Ma sembra anche che in gara non ci fossero problemi, ma il mio feeling sulla moto era molto negativo. Col caldo del giorno, va tutto bene. Ma se corriamo la sera, e con quel vento, succede qualcosa. A questo punto abbiamo deciso di cambiare tutto quel che non funziona. Speriamo di avere un fine settimana senza problemi".

MotoGP: tutti i team e i piloti del Mondiale 2021

Grand Prix Doha
Rossi e Petronas in crisi nera: cosa succede al Dottore?
05/04/2021 A 06:39
Grand Prix Doha
Partenza 'fionda' per Miguel Oliveira: da 12° a 3°
04/04/2021 A 21:45