Fantastica, stupenda, pazzesca corsa di Dennis Foggia, che a Misano due stravince nel 16mo atto del mondiale 2021 della Moto3. L'alfiere del team Leopard fa una gara assurda: sull'asciutto parte 14mo, rimonta nella prima parte di gara risalendo il gruppo a suon di sorpassi. Poi negli ultimi dieci giri cambia marcia, si porta in testa e addirittura se ne va in coppia con Masia. Nell'ultima tornata si prende quei metri fondamentali per vincere in solitaria.
Tre vittorie nelle ultime quattro, nove podi nelle ultime 11 corse. Il mondiale della Moto3 è apertissimo: Dennis guadagna ancora su Pedroa Acosta, che oggi in fin dei conti limita i danni e chiude terzo, lontano però da Foggia e Masia. Pedrito rimane sempre nel gruppo di testa, ma quando Foggia lo passa perde il passo con il rivale e non lotta mai per la vittoria. Va comunque a podio e tiene quindi 21 punti fondamentali di vantaggio nella generale. C'è da dire che dal Gran Premio di Stiria di quest'estate Pedrito ha perso una quantità di punti incredibili rispetto a Dennis, che è lanciatissimo e perennemente in rimonta.
Grand Prix Emilia Romagna
Rossi: "Sogno e penso spesso al Sic. Sono trascorsi 10 anni ma..."
23/10/2021 A 16:38
Fuori dal podio Binder, poi buon Stefano Nepa che lotta per il podio per tutta la corsa, soccombendo nel giro finale. Menzione per Nico Antonelli, che comanda in solitaria la prima metà della corsa, poi però commette un piccolo errore, viene risucchiato nel gruppo e non ha più il ritmo dei primi giri, chiudendo sesto a distanza. Settimo Fenati, cade invece Migno.
Mondiale quindi riaperto: come detto sono 21 i punti di vantaggio di Acosta su Foggia a due gare dalla fine. Ne ha però recuperati 80 nelle ultime sette, per cui l'inerzia è tutta dalla parte dell'italiano. Il mondiale non è più un sogno, è un obiettivo.

La cronaca in 5 momenti

- Pronti via e Antonelli parte al meglio. Poi Guevara e Nepa. Questi tre prendono subito qualche metro. Quarto Masia, poi Salac, Riccardo Rossi e Acosta. Purtroppo Foggia rimane intruppato nela traffico ed è 14mo. Il gruppo si riunisce di testa e sono in sette a lottare per il primo posto: Antonelli, Masia, Nepa, Salac, Acosta, Guevara e Binder. Riccardo Rossi perde terreno ed è attaccato da Foggia che risale in 11ma piazza, ma perde terreno dal gruppo di testa.
- Siamo a metà gara. Riccardo Rossi finisce a terra, mentre Foggia tenta la disperata rimonta sul gruppo davanti e riesce ad aggregarsi, insieme ad Andrea Migno. Davanti quindi sono in 11: Antonelli comanda sempre, poi Stefano Nepa, Guevara e Acosta. Quinto Sasaki, poi Masia, Binder, Artigas, Salac, Foggia e Migno.
- Dieci giri di fuoco. Suzuki sbaglia nelle retrovie e cade, davanti purtroppo sbagli a Antonelli e perde ben sei posizioni, risucchiato dal gruppo. Ma la grande notizia è che Foggia risale il gruppo e si mette alle spalle di Acosta. Davanti sale Guevara davanti a Masia, ma è la solita gara di Moto3 con nove piloti in lotta per il successo, che si sorpassano in ogni curva. Cade Andrea Migno, mentre Dennis completa la sua rimonta e si porta addirittura davanti a tutti, mentre Pedro Acosta rimane un po' defilato.
- In quattro provano la fuga per la vittoria e sono Foggia, Masia, Guevara e Binder. Purtroppo Nepa rimane staccato, come Acosta che non sembra averne per il successo. Anche Antonelli fatica dopo una prima parte di gara pazzesca e rimane ottavo. Foggia è sempre davanti, mentre cade Guevara e Acosta sale in quarta posizione. Rimangono in due a lottare per il successo: Dennis e Masia.
- Ultimi due giri. Foggia è sempre in testa, attaccato da Masia. Dietro invece Binder sale in terza piazza, poi Nepa, Acosta e Antonelli. Buon settimo Fenati. Dennis rimane primo e nell'ultimo giro si prende qualche metro, andando a vincere una stratosferica corsa davanti a Masia. Bravo Acosta ad accaparrarsi il podio nelle ultime curve, battendo Binder e Nepa. Sesto Antonelli, poi Fenati.

La statistica chiave

Tre gran premi disputati in Italia, tre vittorie di Dennis Foggia.

La dichiarazione

Pedro ACOSTA: "Essere sul podio è importante, ma non sono felice. Dobbiamo continuare a lavorare".

Il momento social

Il migliore

Dennis FOGGIA: Sesto podio consecutivo, ma questo vale ancora di più, dato che partiva 14mo. Guadagna tanti punti su Pedrito, mondiale più aperto che mai!

Il peggiore

Tatsuki SUZUKI: Weekend complicatissimo, come tutti gli ultimi. Sempre nelle retrovie, perde l'anteriore e finisce nella sabbia. Assolutamente anonimo, come tutta la sua stagione.

Brutta caduta di Buhn, rischio per le altre moto in pista

Grand Prix Emilia Romagna
Misano si tinge di giallo per Valentino: "Che storia..."
13/10/2021 A 13:07
Grand Prix Emilia Romagna
Quartararo: "Non riesco a parlare, è un sogno che si avvera"
24/10/2021 A 13:57