Un 22° posto e tanti problemi. Valentino Rossi ha vissuto all’insegna delle difficoltà questo primo giorno di prove libere nel GP del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna (terzultimo round del Mondiale 2021 di MotoGP).
Sul tracciato di Misano, dedicato alla memoria di Marco Simoncelli, il ‘Dottore’ ha dovuto fare i conti con una Yamaha non semplice da mettere a punto per l’evoluzione delle condizioni meteorologiche. Se al mattino vi erano stati dei segnali confortanti su pista decisamente bagnata, lo stesso non si può dire su asfalto umido. La M1, infatti, non ha dato modo ai piloti di estrarre il meglio del pacchetto e non a caso anche il leader del campionato Fabio Quartararo ha fatto tanta fatica (16°).
MotoGP, Francesco Bagnaia: “Devo spingere, condizioni non facili per le gomme”
Grand Prix Emilia Romagna
Quartararo: "Non riesco a parlare, è un sogno che si avvera"
24/10/2021 A 13:57
In mattinata la moto andava bene e ho sfiorato la top-10. Mi aspettavo nel pomeriggio di confermarmi. La pista asciugandosi e girando con le gomme da bagnato è un disastro però per noi. Non abbiamo grip”, ha raccontato Rossi ai microfoni di Sky Sport.
Una criticità non certo nuova, come rivelato dal nove volte iridato, specialmente nel confronto con la Ducati che quest’oggi con l’australiano Jack Miller ha fatto paura: “E’ dal 2016 che abbiamo problemi di questo genere. Ne parlai anche con la Yamaha, ma nei fatti non si sono trovate delle soluzioni. Gli altri hanno compiuto degli step in avanti non so di quale natura e si adattano meglio alle gomme. Posso solo dire che la M1 così è molto complicata da guidare“, la sottolineatura del campione di Tavullia.

Valentino Rossi, le 10 vittorie più belle della carriera

Grand Prix Emilia Romagna
Quartararo campione del mondo, Bagnaia cade e si arrende
24/10/2021 A 11:56
Grand Prix Emilia Romagna
Moto2: vince Lowes, Gardner allunga nel mondiale
24/10/2021 A 11:24