C’è stato un periodo in cui di Andrea Dovizioso, o se ne parlava poco oppure se ne parlava francamente male. Troppo calcolatore, poco spericolato, poco spettacolare: il Dovi di giudizi poco eleganti o di critiche avventate, specie primo di questo magico triennio con Ducati, ne ha dovute sentire tante. Eppure Dovizioso, a differenza di tanti altri colleghi - anche italiani - più celebrati e coccolati da stampa ed addetti ai lavori, qualcosa nella sua carriera ha vinto e di risultati ne ha sempre portati a casa. Ultimo pilota italiano a vincere un titolo iridato in 125 (un traguardo che a distanza di 15 anni nessun altro rider tricolore che ha corso in 125/Moto3 è riuscito ad eguagliare), Dovizioso ha per due volte sfiorato il mondiale 250, dovendo desistere dall’idea di vincerlo a causa dell’inferiore competitività della Honda RS rispetto all’Aprilia.

Andrea Dovizioso, campione del mondo 2004, festeggia insieme a Jorge Lorenzo e Casey Stoner, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Anche nella sua ultradecennale esperienza in MotoGP, Dovizioso ha continuato a guidare sui problemi delle moto che aveva a disposizione, sviluppandole e impegnandosi a portare a casa quasi sempre risultati migliori rispetto a quelli del proprio compagno di squadra. In 11 annate nella classe regina, solo quattro volte non ha vinto il duello col pilota nell'altra metà del box (2009, 2010, 2011 nel triennio in cui si è trovato a dividere il box con Pedrosa e Stoner e nel 2015 quando Iannone lo ha preceduto in classifica di 18 punti).
MotoGP
Dovizioso, Ducati, lo spoiler e la vittoria congelata: le ragioni del reclamo e i possibili scenari
11/03/2019 A 13:06
Eppure nonostante il suo lo abbia sempre fatto è solo quando Ducati ha corretto i propri problemi congeniti, che il pilota forlivese si è finalmente rivelato per quello che è: un pilota con pochi eguali, un fuoriclasse capace di vincere le gare sul bagnato come sull’asciutto, sconfiggere gli avversari sia nei duelli corpo a corpo che logorarli con un passo gara devastante, un pilota che sa reggere le pressioni e farsi preferire anche rispetto a un cinque volte campione del mondo come Jorge Lorenzo.
GP vinti da piloti italiani su moto italiana classe 500/MotoGP
Giacomo Agostini (MV Agusta)62
Andrea Dovizioso (Ducati)11*
Loris Capirossi (Ducati)7
Umberto Masetti (Gilera)6
Libero Liberati (Gilera)4
Alfredo Milani (Gilera)3
Nello Pagani (Gilera)2
Andrea Iannone (Ducati)1
* La vittoria nel GP del Qatar 2019 non è conteggiata, perché il verdetto è congelato

L’ultimo passo, vincere il titolo MotoGP con Ducati

Dopo 10 vittorie e 17 podi nelle ultime due annate (chiusa al 2° posto nella classifica generale) e ora che i suoi duelli mozzafiato con Marc Marquez, sono diventati uno degli spettacoli più entusiasmanti che la MotoGP moderna può garantire: a Dovizioso non resta che provare a fare l’ultimo passo, interrompere l’egemonia di Marquez e della Honda e riportare la Ducati dopo 12 anni sul tetto della classe regina. Riusciendoci Dovizioso, rinverdirebbe i fasti di Giacomo Agostini (ultimo pilota italiano su moto italiana a vincere un titolo iridato della classe regina nel 1972) e scriverebbe una pagina di storia. I dubbi degli scettici o degli incontentabili, invece li ha spazzati a prescindere. Dimostrando che si può emozionare anche rimanendo fedeli con sè stessi.
Gran Premio della Malesia
Come sta Marc Marquez? Positivo il test in moto a Portimao
17/01/2022 A 10:49
MotoGP
Ragazzo si risveglia da coma e rivela: "In sogno il Sic mi ha aiutato"
04/01/2022 A 11:45