E siamo a due: dopo il trionfo in solitaria di Barcellona, Fabio Quartararo si è ripetuto al Sachsenring, dove ha conquistato per la prima volta in carriera il Gran Premio di Germania. Una vittoria netta, senza appelli, favorita sicuramente dalla autoeliminazione al terzo giro di Pecco Bagnaia, unico in grado di mettere in mostra un ritmo gara simile a quello del francese. Ma con Pecco a terra, El Diablo non ha avuto ostacoli e ha trionfato da fenomeno assoluto, ricordando a più riprese le gesta di Sua Maestà Marc Marquez su questa pista.

Quartararo sempre più simile a Marquez?

Fabio Quartararo festeggia sul podio al termine del Gran Premio di Germania di MotoGP - Mondiale 2022

Credit Foto Imago

Gran Premio di Germania
Bagnaia: "Caduta inspiegabile, mi girano le scatole"
19/06/2022 A 14:24
Come detto, per la prima volta Quartararo si è portato a casa il trofeo del Sachsenring. Nelle ultime 11 edizioni qui aveva sempre trionfato una HRC, prima Pedrosa poi Marquez per nove anni di fila. Piccolo dato statistico: dopo anni di enormi trionfi, la Honda non è riuscita ad avere nemmeno un pilota a punti domenica, cosa che non accadeva addirittura dal 1982.
El Diablo quindi succede al Cabroncito, e inizia a ricordarlo sempre di più. Ormai ha acquisito una solidità mentale assoluta, non sbaglia mai, sa sempre quello che deve fare, trasformandosi in un vero e proprio cannibale. Nel modo di vincere e di dominare ormai assomiglia sempre di più a Marquez, e questo fa accrescere i rimpianti per le condizioni dell'alieno di Cervera. Averli in pista insieme, magari al 100%, sarebbe stato uno spettacolo incredibile. Ma purtroppo questo non è ancora avvenuto, la colpa naturalmente non è di Quartararo che ne approfitta e va verso il suo secondo mondiale di fila.

Il binomio Yamaha-Quartararo pronto per un nuovo ciclo vincente?

Fabio Quartararo festeggia la vittoria del Gran Premio di Germania di MotoGP - Mondiale 2022

Credit Foto Imago

Questo Quartararo non si batte. El Diablo naturalmente non vincerà tutte le gare, ma è sempre ultra costante e di questo passo trionferà per la seconda volta in carriera in MotoGP. Gli avversari nella generale sono già lontani, ma soprattutto non sembrano avere armi per combattere il francese. Si profila quindi il back to back per la Yamaha che manca per la casa giapponese dai tempi di Valentino Rossi, quando trionfò le ultime due volte nel 2008 e nel 2009.

Quartararo campione in Germania

Credit Foto Getty Images

Yamaha riuscirà a creare un altro binomio vincente quanto quello con il Dottore? Oppure ripetere le gesta dei vari Wayne Rainey e Kenny Roberts, gli unici altri piloti della casa del Diapason capaci di vincere due titoli iback to back con la Yamaha? Per il momento naturalmente è presto per fare queste valutazioni. E' però vero che la squadra giapponese ha fatto di tutto per rinnovare con il francese, che quindi sicuramnete rimarrà sulla moto blu almeno sino al 2024. La moto inoltre è ormai fatta su di lui, un po' come la Honda per Marquez. Non a caso le altre Yamaha annaspano, facendo fatica ad entrare in zona punti, esattamente come la Honda negli anni passati. Insomma: la casa del Diapason è andata all-in sul francese e al momento è ultrafelice dell'accordo, conscia di avere a che fare ormai di un fenomeno assoluto di questo sport, alla pari dei più grandi degli ultimi anni.

Ducati si mangia le mani

Ducati Italian rider Francesco Bagnaia, Yamaha French rider Fabio Quartararo

Credit Foto Getty Images

E dire che prima della firma sul rinnovo tra Quartararo e Yamaha, qualcuno ha parlato di un interessamente di Ducati sul francese. La casa di Borgo Panigale, giustamente si è interessata a lui, dato che in quel momento Fabietto col suo manager intavolava discorsi un po' con chiunque. Ma alla fine Ducati non ha poi tanto insistito, dato che per El Diablo la prima scelta era sempre stata la M1, dato che sa perfettamente che con questa moto lui può vincenre, mentre con le altre dovrà imparare tutto da zero.
Il problema però per il team italiano è che "si vince ancora una volta il prossimo anno". Ormai anche questo 2022 è andato, e anche se Bastianini nell'intervista post gara reputa il mondiale ancora aperto, questo Quartararo è più forte di tutti, è di un altro pianeta. Pecco è riuscito a batterlo diverse volte tra il 2021 e questa stagione, ma alla lunga Fabio vince sempre.

Valentino Rossi icona sportiva: "Premio speciale, per una lunga carriera"

Gran Premio di Germania
Pagelle: Quartararo cannibale, Bagnaia voto 4. Grande Zarco
19/06/2022 A 13:55
Gran Premio di Germania
Quartararo: "Gara masacrante, sono stanco ma felice"
19/06/2022 A 13:47