La notizia arriva dalla Spagna ed è certamente una di quelle che rischia di cambiare diametralmente tutti i ragionamenti sul prossimo Mondiale MotoGP. Come per primo anticipato dal network iberico Antena3, Marc Marquez nella giornata di giovedì si è recato nella sala operatoria della clinica Rúber Internacional di Madrid per sottoporsi a un nuovo intervento - il terzo - all'omero fratturato il luglio scorso a Jerez. L'intervento è durato 8 ore. L’otto volte campione del mondo della HRC, sta faticando più del previsto a recuperare la funzionalità del braccio e a tornare come prima, e dopo questo terzo intervento potrebbe non rientrare in pista prima di sei mesi. Se i tempi di recupero ipotizzati da Antena3 fossero giusti, il Cabroncito potrebbe vedersi costretto a saltare, non solo i test invernali - ma anche i primi tre GP della stagione (Qatar, Argentina ed Austin) provando a rientrare non prima del Gran Premio di Spagna proprio sulla pista di Jerez e in programma il 2 maggio 2021.

Il comunicato di HRC

MotoGP
Marquez in ospedale a Madrid: nuovi problemi all'omero?
03/12/2020 A 19:03
Attorno alle 23:30 italiane, la Honda con una nota ha confermato le indiscrezioni trapelate nella serata spiegando durata dell'intervento e quali chirurghi hanno operato Marquez.
"Il pilota Honda Repsol Marc Marquez oggi ha subito una nuova operazione al braccio destro presso l'Hospital Ruber Internacional, a Madrid, a seguito della lenta guarigione dell'osso dell'omero, che non è migliorata con un trattamento specifico ad onde d'urto. L'intervento è stato eseguito da un team composto dai dottori Samuel Antuña, Ignacio Roger de Oña, Juan de Miguel, Aitor Ibarzabal e Andrea García Villanueva, è consistito nella rimozione della piastra precedente e nel posizionamento di una nuova piastra con l'aggiunta di un innesto osseo di cresta iliaca con lembo libero corticoperiostale. La procedura chirurgica è durata otto ore senza incidenti".
.

Il calvario di Marquez

Il 27enne fuoriclasse di Cervera si è sottoposto da mesi a terapie conservative, fisioterapia e allenamenti, ma l’osso del suo omero non avrebbe prodotto il callo necessario per saldare correttamente la frattura e da qui sarebbe stato necessario il terzo intervento chirurgico. Dalla data dell'infortunio, il 19 luglio, hanno fatto seguito due operazioni (la prima il 21 luglio con il professor Mir a Barcellona, la seconda il 3 agosto sempre con il dottor Mir per sostituire la placca in titanio in quanto danneggiata) un tentativo di rientro e tempistiche sempre più dilatate per il ritorno del rider spagnolo all'attività agonistica. Un mese fa con un comunicato stampa, la HRC annunciava che Marquez avrebbe rinunciato a rientrare nelle ultime gare della stagione 2020 e puntava a tornare in pista nel 2021. Questa decisione però scompagina i piani e mette un punto interrogativo sia sulla prossima stagione ma inevitabilmente anche sul proseguo della carriera del pilota capace di vincere 6 titoli iridati della classe regina in 7 anni dal 2013 al 2019.

Mir, Rossi, Suzuki: le statistiche del folle 2020 in MotoGP

MotoGP
Marquez, terza operazione? Ora il 2021 è a rischio
12/11/2020 A 10:51
MotoGP
Aleix Espargarò svetta nel Day-2 dei test a Misano, Bagnaia 2°
22/09/2021 A 17:19