Valentino Rossi è pronto a salutare Misano, questa volta per davvero. Dopo il primo capitolo sul tracciato romagnolo (concluso con ben poche soddisfazioni per il nativo di Tavullia) nel prossimo weekend il “Dottore” sarà impegnato nel secondo appuntamento sul circuito intitolato a Marco Simoncelli. Si correrà, infatti, il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna che, gioco forza, si trasformerà in una grande festa davanti ad una marea gialla.
Non siamo ancora all’addio ufficiale alla moto, quello accadrà a Valencia, ma salutare Misano ed il suo pubblico rappresenteranno una pagina importante della sua vita, prima ancora della sua carriera. E’ stato importante avere queste due settimane senza gare – spiega al sito ufficiale della scuderia Yamaha Petronas – dato che abbiamo vissuto alcuni momenti impegnativi, compreso il viaggio negli Stati Uniti, dove c’è stata una gara davvero intensa. Durante queste periodo mi sono allenato duramente a casa per essere sicuro di poter affrontare le ultime tre gare di questa stagione con la miglior condizione fisica possibile”.
MotoGP
Valentino Rossi saluta la marea gialla di Misano
19/09/2021 A 13:01
Il nove volte campione del mondo prova un po’ a “fare le carte” a quel che vedremo nella tre-giorni romagnola: “Questa seconda gara a Misano sarà più dura della prima, perché probabilmente ci sarà più fresco di un mese fa. Dobbiamo lavorare per dare il massimo, cercare di essere un po’ più veloci rispetto alle ultime gare e mettere a punto le regolazioni per essere più competitivi”.
Ultima battuta sulle emozioni e sensazioni che lo accompagnano verso l’ultima prova della sua carriera sulla pista di casa.
“La prima gara a Misano è stata già di suo un momento molto emozionante per me e, naturalmente, questa sarà un evento speciale e spero davvero che i tifosi italiani possano divertirsi”.

Valentino Rossi, le 10 vittorie più belle della carriera

MotoGP
Rossi: “Correrò in GT o in WEC. Non vedo l’ora di diventare papà”
7 ORE FA
MotoGP
Razali: "Uno sbaglio ingaggiare Valentino. I giovani sono più veloci"
IERI A 13:26