"Dieci anni senza Marco fanno male, tanto. Cosa è successo nel frattempo? Io e la mamma abbiamo cercato di sopravvivere, impegnandoci nella fondazione e nella squadra corse. Non ci rattrista parlare di lui, lo facciamo volentieri. Anche perché rifaremmo tutto: lui era felice e questa cosa, per un genitore, è la più importante". Paolo Simoncelli, intervenuto al Festival dello Sport di Trento, parla così del decimo anniversario della morte del figlio avvenuta il 23 ottobre 2011 a seguito di un incidente sulla pista di Sepang durante il Gran Premio della Malesia di MotoGP.

Il ricordo di quel tragico 23 ottobre 2011

"Potrei raccontare tante cose, preferisco tenerle per me. Ricordo il silenzio del paddock incredibile, un silenzio assordante, ce l'ho ancora nelle orecchie. E poi l'abbraccio di Pedrosa, uno dei suoi peggiori rivali. È stato il primo, è arrivato subito, ancora oggi ci abbracciamo: mi ha trasmesso qualcosa di speciale. Era come se avesse voluto fare pace con Marco".
MotoGP
Il papà di Simoncelli: "Rossi? Il suo tempo è passato"
04/06/2021 A 07:52

"Marco è mancato nel momento migliore"

"Era entusiasta della crescita della cilindrata nella MotoGP, la moto se la sentiva benissimo. Avremmo visto dei duelli con Marquez in cui ci saremmo divertiti".
MotoGP
Paolo Simoncelli ricorda Gresini: "Giornata tristissima"
24/02/2021 A 13:48
GP Andalucía
Paolo Simoncelli: "Marquez mi emoziona, mi sarebbe piaciuto vederlo gareggiare con Marco"
24/07/2020 A 16:42