Jonathan Rea ha mostrato il suo rammarico per non aver mai ricevuto una proposta per correre a tempo pieno nella MotoGP. Il pilota britannico, presente nella classe regina del Motomondiale nel 2012 con Honda per due GP in sostituzione dell’australiano Casey Stoner, ha commentato ai microfoni di ‘Moto Journal’: “Sono deluso di non aver mai avuto l’opportunità di correre in MotoGP, ma questa è la vita”.

Rea ha però evidenziato la sua soddisfazione per le sue vittorie nel Mondiale Superbike, campionato vinto per la sesta volta in questo 2020. Il portacolori della Kawasaki ha concluso il suo intervento dichiarando: “Sono felice di aver potuto correre quelle due corse con Honda. Se puoi scegliere una moto per correre nella classe regina, sceglieresti quella perché è la più iconica del gruppo. Sono molto grato per questo a tutti coloro che mi hanno concesso questa occasione. Preferisco aver svolto quelle due gare su quella moto piuttosto che correre un’intera stagione con un team non competitivo”.

MotoGP
Fausto Gresini resta grave: "Serve ventilazione meccanica"
8 ORE FA

Con 99 vittorie e 185 podi ottenuti al termine di questa stagione, Rea si è confermato nella storia della Superbike ed è pronto a confermarsi nel 2021.

MotoGP
Marquez torna in palestra, recupero incerto
IERI A 16:48
MotoGP
Ducati in MotoGP fino al 2026
IERI A 10:47