Il tempo dei saluti, ma non dell’addio. Domenica, a Valencia, Valentino Rossi parteciperà alla sua ultima gara di MotoGP. Dopo 25 anni, uno dei più forti e vincenti piloti di motociclismo di sempre, vincitore di nove titoli mondiali in quattro classi diverse (con 115 vittorie e 235 podi), metterà fine alla sua strepitosa e per certi versi surreale carriera agonistica. La conclusione, annunciata, di una lunga favola, in cui “il Dottore” ha scritto alcune delle pagine più belle dell’intera storia dello sport italiano. Rossi ha preparato negli anni questo ultimo saluto e non si è fatto trovare impreparato. Nel senso che, pur lasciando un enorme vuoto a livello di personalità e talento, ha investito tantissimo nel settore motociclistico e ha creato un brand solido e lungimirante, che frutta già ora tantissimo e che è destinato a durare in eterno. Parliamo di VR46, cioè di una vera e propria società che Valentino ha curato, migliorato e ampliato nel tempo e che lascia in eredità al mondo delle corse un case history più unico che raro.

Valentino Rossi Sky Racing Team VR46

Credit Foto Getty Images

Tutto parte nel 2009, poi nel 2013 l’Academy

MotoGP
Il mio Valentino Rossi: ricordi e diapositive di un mito
12/11/2021 A 08:01
A novembre del 2009, proprio poche settimane dopo la conquista del nono titolo iridato, viene inaugurata la VR46 Racing Apparel. Rossi decide di gestirsi da solo il proprio merchandising e crea una vera linea di abbigliamento, non solo dedicata ai tifosi o ai motociclisti. Il numero 46 si può sfoggiare e indossare in tutte le occasioni e non solamente mentre si guida una moto. Cappellini, t-shirt, felpe, occhiali, pantaloni, orologi, accessori di qualsiasi tipo, che si aggiungono ovviamente ai prodotti meramente dedicati alla moto (tutte, caschi, guanti ecc). Nel settembre 2013 la VR46 di Valentino Rossi e Sky annunciano la nascita dello Sky Racing Team VR46, un progetto destinato a far emergere e valorizzare le giovani promesse del motociclismo italiano. La squadra debutta nella stagione 2014 del Motomondiale in Moto3 con due KTM RC 250 GP, affidate a Romano Fenati e Francesco Bagnaia, con Vittoriano Guareschi in qualità di team manager. Al tempo stesso nasce anche la VR46 Academy, dedicata proprio a pochi piloti selezionati che hanno la possibilità di allenarsi, migliorarsi e formarsi al “Ranch” di Valentino, proprio correndo fianco a fianco del campione di Tavullia.

VR46: ricavi per 30 milioni, vale già 150 milioni

Franco Morbidelli, Luca Marini, Andrea Migno, Niccolò Bulega, Romano Fenati, Francesco Bagnaia sono solo alcuni dei nomi emersi in questi anni dall’Academy di Valentino. Secondo Forbes, Valentino Rossi ha guadagnato in carriera circa 400 milioni di dollari tra incassi derivanti gare, ingaggi da pilota, sponsorizzazioni e società. E ad oggi il brand ufficiale VR46 è un ecosistema che vanta sei diverse società attive nei campi dello sport, della sostenilità, dell’ allestimento di impianti sportivi e del marketing, controllate al 100% dal pilota. Recentemente il brand del Dottore ha avviato una nuova collaborazione con la MT Distribution, specializzata in mobilità elettrica, da cui sono nate la nuova bicicletta targata Valentino Rossi e il nuovo monopattino. Nell’ultimo anno l’azienda di Rossi ha fatto registrare ricavi netti per 30 milioni di euro e, secondo gli analisti di mercato, vale già almeno 150 milioni di euro complessivi.

La partnership con i sauditi e la nuova Scuderia

L’ultima iniziativa legata al brand di Valentino Rossi riguarda la nascita, a partite dal 2022, della nuova scuderia Aramco Racing Team VR46, che segue un accorco quinquennale per la partecipazione al Campionato del Mondo MotoGP tra la VR46 e Dorna Sports, e unisce il contratto triennale con Ducati per portare in alto le eccellenze italiane del motociclismo e i giovani talenti del vivaio nazionale, da sempre tra gli obiettivi della VR46 Riders Academy. In questo progetto c’è anche la Tanal Entertainment Sport e Media, la holding di Sua Altezza Reale Principe Abdulaziz bin Abdullah bin Saud bin AbdulAziz Al Saud, membro della famiglia reale saudita. Secondo il quotidiano Sole 24 Ore si tratterebbe di una partnership da circa 150 milioni di euro, con una joint venture tra le due realtà per una cifra approssimativa investita di 20 milioni di euro all’anno dal 2022 al 2026. Insomma, un nuovo progetto dietro l’altro, per fare crescere un brand già di assoluto valore. Valentino saluta le corse, ma VR46 ha appena cominiciato il suo lungo viaggio.

Valentino Rossi, le 10 vittorie più belle della carriera

Gran Premio di Valencia
Sorpresa per Rossi: tutte le moto dei titoli mondiali insieme
11/11/2021 A 15:32
Gran Premio della Malesia
Come sta Marc Marquez? Positivo il test in moto a Portimao
17/01/2022 A 10:49