La XXXII edizione dei Giochi olimpici estivi si disputerà dal 23 luglio all'8 agosto 2021 a Tokyo, un anno dopo rispetto al programma originario a causa del rinvio dovuto alla pandemia globale del Covid-19. Saranno presenti atleti di 33 sport diversi, per un totale di 50 discipline e 339 eventi che assegneranno le medaglie. Questo è il programma completo delle gare di mountain bike, con criteri di qualificazione, programma, percorso e alcune curiosità.

Sede e percorso

Le gare di mountain bike sono in programma il 26 e 27 luglio all'Izu Mountain Bike Course, a circa 120 km da Tokyo e non lontano dal Monte Fuji, dove si tengono le prove di ciclismo su strada. Le gare sono con partenza in linea e prevedono un percorso di 4,1 km da ripetere più volte. A ogni giro, i corridori affrontano 150 metri di dislivello: si tratta di una delle prove più toste mai viste ai Giochi Olimpici.
Tokyo 2020
Van Der Poel: dopo la figuraccia olimpica punta i Mondiali in Italia
28/07/2021 A 16:49

L'incredibile bronzo di Fontana: al traguardo senza sella

Qualificazione

Sono 76 i partecipanti alle gare di mountain bike a Tokyo, 38 per genere. Trenta di questi posti sono assegnati tramite il ranking UCI per nazioni (le prime due in classifica hanno tre posti ciascuna, dalla terza alla settima due, dall'ottava alla ventunesima uno), tre attraverso gare di qualificazione continentale in Asia, Americhe e Africa, uno è riservato al Giappone in quanto Paese ospitante e quattro ai Paesi che non sono riusciti a qualificarsi ma che ai Mondiali 2019, escluse le prime 21 Nazioni, sono arrivate per prime.

Calendario

26 luglio - gara maschile
27 luglio - gara femminile

L'Italia

La squadra azzurra maschile ha chiuso al secondo posto (dietro alla Svizzera) nel ranking ufficializzato dall'UCI e porta tre atleti: Luca Braidot, Gerhard Kerschbaumer, Nadir Colledani. In campo femminile, invece, è arrivato un pass grazie al nono posto nella classifica per Nazioni. Spetterà a Eva Lechner, quarta assoluta nel ranking individuale.

Storia

La mountain bike debutta ai Giochi Olimpici ad Atlanta 1996 sia con la prova maschile che con quella femminile. Tra gli uomini l'unico ad aver vinto due ori è il francese Julien Absalon, mentre lo svizzero Nino Schurter andrà a caccia della quarta medaglia dopo il bronzo di Pechino, l'argento di Londra e l'oro di Rio. Tra le donne, spicca il doppio oro della nostra Paola Pezzo, campionessa olimpica sia ad Atlanta che a Sydney 2000. L'unica più medagliata di lei è la tedesca Sabine Spitz, rispettivamente bronzo, oro e argento tra Atene 2004 e Londra 2012. Oltre alla Pezzo, l'unico azzurro in grado di salire sul podio a cinque cerchi è Marco Aurelio Fontana, spettacolare bronzo a Londra 2012.

Riccardo Magrini e Paola Pezzo: le imprese olimpiche della campionessa azzurra

Tokyo 2020
Spunta la pedana citata da van der Poel: è stata usata nella prova femminile
27/07/2021 A 23:10
Tokyo 2020
Tripudio Svizzera, male Ferrand-Prévot, solo 25a Lechner: gli highlights
27/07/2021 A 22:47