Nicolò Martinenghi si è dovuto accontentare del quinto posto nella finale dei 100 metri rana negli Europei di nuoto di Budapest, in Ungheria. Il 21enne varesino, che ha avuto accesso all’ultimo atto con il secondo tempo assoluto, era partito a ritmi alti per tenere il passo di Adam Peaty, poi vincitore, e al bielorusso Ilya Shymanovich, ma si è sgonfiato subito dopo la virata, non resistendo ai ritorni di Arno Kamminga, secondo, e James Wilby, terzo.
Il 58.97 è lontano dai suoi standard; addirittura negli ultimi 50 metri è risultato il più lento in vasca, chiudendo in 32” netti. Intervistato dai microfoni della Rai, Martinenghi non cerca scuse:
Mi spiace molto, mi sentivo molto male in acqua. Purtroppo si è dimostrata una gara dove non si possono fare errori.
Europei di Nuoto
Europei: Pilato e Quadarella da 10 in pagella
24/05/2021 A 09:10
Il nuotatore varesino non è contento della sua performance, ma non sa spiegare cosa sia andata male: “Sin dalla prima bracciata non mi sentivo bene. Purtroppo i tempi alla fine si sono dimostrati alla mia portata e sono molto rammaricato. Cosa ho sbagliato? Sinceramente non lo so. Ora però c’è la gara dei 50 metri, concentriamoci su quella“.

Martinenghi in ESCLUSIVA: Tokyo, Peaty, Inter, social

Europei di Nuoto
Simona Quadarella senza limiti: oro anche nei 400 sl
23/05/2021 A 17:21
Europei di Nuoto
Pilato, Panziera, Razzetti: che Italia a Budapest!
23/05/2021 A 16:18