La risposta della campionessa. Benedetta Pilato ha dato libero sfogo alle sue qualità, mettendoci un po’ di rabbia, nelle batterie dei 50 rana donne degli Europei 2021 di nuoto a Budapest (Ungheria). L’azzurrina, classe 2005, era chiamata a un riscatto dopo essere rimasta fuori dai 100 rana per via della selezione interna in casa Italia. Ebbene, la prestazione di stamane sgombra il campo da dubbi e perplessità. La giovane tarantina, infatti, ha stabilito il nuovo primato italiano di 29″50, che vale anche il nuovo record del mondo, europeo junior e il nuovo primato dei campionati. Una progressione pazzesca quella di Benny, facendo letteralmente il vuoto rispetto alle rivali.
Alla fine della fiera Pilato ha ottenuto un riscontro ad appena 2 centesimi dal record europeo della lituana Rūta Meilutytė e a 10 dal record del mondo assoluto dell’americana Lilly King. Questi riferimenti danno una dimensione ancora più importante del riscontro dell’atleta del Bel Paese.
In questo contesto, Benny si candida a favorita numero uno per la vittoria, considerando che la prima delle avversarie, ovvero l’altra azzurra Arianna Castiglioni (30″15) è rimasta lontana di ben 65 centesimi dal tempo della leader. Stavolta, il confronto interno non ha sorriso a Martina Carraro (sesta in 30″57), mentre Lisa Angiolini ha ottenuto il 18° crono di 31″39.
Tokyo 2020
Pilato: "Il primato nei 100 rana mi dà fiducia per i Giochi"
08/04/2021 A 06:36

Dopo la delusione, la gioia

Benedetta Pilato ha ritrovato il sorriso e i suoi 50 rana sono stati la medicina migliore. Negli Europei 2021 di nuoto a Budapest (Ungheria) i 100 metri dello stile più complicato della vasca non le avevano regalato soddisfazioni: "L'esclusione per pochi centesimi dalle semifinali per la selezione interna non era stata gradita e dunque stamane c'era voglia di far vedere al mondo di che pasta si è fatti".
Pilato l'ha fatto siglando il nuovo record italiano dei 50 rana menzionati e stabilendo anche il nuovo primato europeo e mondiale junior, vicinissima ai record continentali e mondiali assoluti: "Non mi aspettavo questo tempo, dopo i 100 rana ero arrabbiata. Sono sorpresa da questo riscontro perché negli ultimi giorni avevo avuto qualche problemino al ginocchio e quindi non sapevo cosa aspettarmi. Sono davvero felice di questo risultato", le parole emozionate della ragazzina classe 2005, argento iridato in questa specialità.
Per la cronaca, Benny ha ottenuto il miglior tempo delle batterie a precedere Arianna Castiglioni (30″15) e la finlandese Ida Hulkko (30″40), mentre fuori per il confronto interno Martina Carraro (sesta in 30″57). Più distante Lisa Angiolini (18ma in 31″39).

14 anni e non sentirli: la favola di Benedetta Pilato, medaglia mondiale azzurra più precoce

Nuoto
Pilato: "Tokyo un punto di partenza. Spero nella finale"
26/12/2020 A 16:55
Nuoto
Pilato ai Giochi a 16 anni: la più giovane da Federica Pellegrini
18/12/2020 A 12:36