Seconda giornata di batterie negli Europei 2021 di nuoto di scena a Budapest (Ungheria). Nella vasca della Duna Arena tante gare interessanti che hanno permesso agli atleti in vasca di staccare il biglietto per le semifinali e le finali del pomeriggio (a partire dalle ore 18.00)
Si comincia subito forte con i 100 stile libero uomini e Alessandro Miressi dimostra di aver preso una certa dimestichezza con i 47″. L’azzurro, dopo aver ottenuto il primato italiano di 47″74 in prima frazione di staffetta, si è ripetuto su standard elevati stamane nuotando l’eccellente crono di 47″81, secondo solo al russo Kliment Kolesnikov (47″53). Penultimo atto, dunque, conquistato in maniera convincente e sfida alla Russia lanciata, tenuto conto anche del 47″88 siglato da Andrei Minakov. In semifinale ci sarà anche Lorenzo Zazzeri (48″80), mentre esclusi Manuel Frigo (48″90) e Leonardo Deplano (49″82).
I 100 rana donne riservano dal mattino fuochi d’artificio in casa Italia, vista la selezione interna: solo due rappresentati per ogni Paese possono accedere al penultimo atto e dunque quattro atlete per due posti. Sono Arianna Castiglioni e Martina Carraro a prevalere in questo confronto, con i migliori due tempi delle batterie: strepitosa la lombarda che migliora il suo personale, portandolo a 1’05″98, a precedere Carraro (1’06″26). Niente da fare per Benedetta Pilato, che pur terza nel computo totale dell’overall (1’06″34), per otto centesimi si vede estromessa e dunque cercherà di rifarsi in vista dei 50 rana. Decisamente bene la prestazione anche di Lisa Angiolini (13ma in 1’07″15), ma non sufficiente per quanto detto.
Europei di Nuoto
Europei: Pilato e Quadarella da 10 in pagella
24/05/2021 A 09:10
Nei 200 farfalla Federico Burdisso prova il passaggio e poi si mette in “gestione”. Un po’ così si spiega il suo 1’55″73 delle heat (quinto tempo) delle heat, con l’idolo di casa Kristof Milak davanti a tutti con il tempo di 1’54″38, a precedere il bulgaro Antani Ivanov (1’54″72) e il polacco Krzysztof Chmielewski (1’55″46). Vedremo in semifinale che cosa accadrà, considerando l’altro azzurro Giacomo Carini (1’56″69) che andrà a caccia di un pass per la finale. Semifinale sarà anche Silvia Scalia e Margherita Panziera nei 50 dorso, rispettivamente con l’undicesimo (28″28) e il tredicesimo tempo (28″31) nella classifica comandata da Kathleen Dawson (27″29).
Atto conclusivo conquistato dalla 4×200 sl mixed italiana: Stefania Pirozzi (2’00″08), Stefano Di Cola (1’47″00), Filippo Megli (1’47″66) e Sara Gailli (2’00″62) ottengono il secondo crono delle batterie di 7’35″36, alle spalle della Gran Bretagna (7’34″64). Nel pomeriggio vedremo l’inserimento in questa prova a squadre di Federica Pellegrini.
A chiosa delle heat i 1500 stile libero maschili riservano notizie non così gradite, anche se i pass “Finale” per Domenico Acerenza (terzo in 14’59″47) e per Gregorio Paltrinieri (settimo 15’08″28) sono arrivati. Sì perché la prestazione di Greg non è stata ovviamente delle migliori, condizionato tanto dalla stanchezza delle molte gare nel nuoto di fondo. In sostanza, domani, nell’atto conclusivo con l’ucraino Mykhaylo Romanchuk (1° in 14’52″07) non ci si possono aspettare miracoli. Si sapeva alla vigilia che questa competizione sarebbe stata un test in chiave olimpica, ma diversamente ai Giochi ci sarà prima la piscina e poi le acque libere con la sola 10 km.

Panziera in esclusiva: Tokyo, Pellegrini, matricola e amore

Europei di Nuoto
Simona Quadarella senza limiti: oro anche nei 400 sl
23/05/2021 A 17:21
Europei di Nuoto
Pilato, Panziera, Razzetti: che Italia a Budapest!
23/05/2021 A 16:18