Gabriele Detti è soddisfatto e tranquillo al termine della sua batteria dei 400 stile libero dei Campionati Europei 2021 di Budapest (Ungheria), chiusa davanti a tutti con il crono di 3:47.56. Per il classe 1994 manche contraddistinta da un bel testa a testa contro l’austriaco Felix Auboeck  staccato di appena 5 centesimi, mentre il crono migliore di tutte le batterie è stato fissato dallo svizzero Antonio Djakovic in 3:47.23.
Il nuotatore livornese ha analizzato la sua prova ai microfoni di Raisport: “E’ un vero piacere essere tornato ad un Europeo, dato che in altre occasioni ho dovuto saltarli per infortuni vari e soprattutto, aver ripreso in questo modo. Ho centrato la finale senza spremermi troppo e questo era l’aspetto fondamentale. Direi anche una buona prova di squadra. Siamo andati tutti e tre bene (Marco De Tullio quinto tempo, mentre Matteo Ciampi, chiudendo con il decimo crono, non ha agguantato la finale ndr) per cui mattinata positiva. La mia batteria è stata vissuta su due serie non troppo veloci, sinceramente immaginavo che sarebbe occorso un tempo inferiore. Ad ogni modo ho risparmiato energie e ho ritrovato le sensazioni che volevo”.
Gabriele Detti, quindi, racconta come si è svolto il suo percorso di preparazione che, dopo gli Europei, lo condurrà verso Tokyo: “Abbiamo lavorato due settimane in altura a Livigno, dove torneremo la prossima settimana, quindi abbiamo proseguito ad Ostia. Tutto è andato nel verso giusto e mi ha portato ad una condizione importante. Tornare ieri qui all’Arena di Budapest è stata una emozione incredibile, mi ha fatto tornare in mente numerosi ricordi, non solo le medaglie vinte. Ora non mi rimarrà che ripetermi, ma non so fare un pronostico per la finale. Tutto sarà da vedere…”.
Europei di Nuoto
Europei: Pilato e Quadarella da 10 in pagella
24/05/2021 A 09:10
Foto: Lapresse
Europei di Nuoto
Simona Quadarella senza limiti: oro anche nei 400 sl
23/05/2021 A 17:21
Europei di Nuoto
Pilato, Panziera, Razzetti: che Italia a Budapest!
23/05/2021 A 16:18