Gregorio Paltrinieri entra nella storia del nuoto europeo. Il ragazzo carpigiano non delude le aspettative e, davanti ad un indiavolato pubblico del Foro Italico, diventa per la terza volta campione continentale agli Europei di nuoto a Roma, impresa mai riuscita in passato. Un 7.40.86 non troppo lontano dal suo record europeo firmato a Gwangju, in una gara nuotata in maniera magistrale; a completare la festa azzurra c’è Lorenzo Galossi, bronzo a sedici anni con il record del mondo juniores (7.43.37) alle spalle del tedesco Lukas Maertens (7.42.65)
Paltrinieri prova immediatamente a fare selezione, così come avvenne nella gara iridata dei 1500. Stavolta però Romanchuk, memore di quella sfida, rimane incollato all’azzurro e fa lo stesso anche Maertens; i tre procedono dunque sulla stessa linea, arrivando a metà gara distanziati di soli 15 centesimi.
Europei di Nuoto
Quando gareggia Paltrinieri? Calendario e dove vederlo in tv
18/08/2022 ALLE 12:35
Passati i 400 metri, Paltrinieri prova nuovamente ad accelerare scendendo sotto il limite dei 29 secondi per ogni vasca. Bracciata dopo bracciata il carpigiano allunga sempre di più, fino a sfondare il muro del secondo a 150 metri. Ormai la vittoria è in tasca, e dietro Romanchuk perde ritmo; è l’occasione buona per Galossi che, dopo i primi 400 metri abbastanza silenti, accelera il ritmo nella seconda parte e supera l’ucraino, arrivando anche poco lontano da Maertens.
Alla fine Romanchuk finisce ai piedi del podio in 7.45.03, avanti al tedesco Sven Schwartz (7.47.36), ai francesi Damien Joly (7.48.82) e Joris Bouchaut (7.50.69) e allo svedese Victor Johansson (7.54.51).

Paltrinieri: "Terza Olimpiade, due medaglie: sono contentissimo"

Europei di Nuoto
Nuoto da record! Perché è un'Italia che punta dritto a Parigi 2024
18/08/2022 ALLE 10:47
Europei di Nuoto
Italia da impazzire, è oro anche nella 4x100 mista!
17/08/2022 ALLE 17:38