Il bronzo della determinazione della dedizione. Francesca Fangio esce con il sorriso dalla piscina di Kazan (Russia), sede degli Europei 2021 di nuoto in vasca corta. All’Aquatic Palace l’azzurra ha compiuto la propria missione: migliorarsi e portarsi a casa la medaglia nei 200 rana femminili.
2’19″69 il suo crono, a un solo centesimo dal primato italiano di Martina Carraro (personale precedente dell’azzurra era di 2’19″97), ma oggi contava salire sul podio e la nostra portacolori l’ha fatto.
Europei in vasca corta
La consacrazione di Michele Lamberti, il predestinato del nuoto
04/11/2021 A 10:35
Una gara di alto profilo la sua, con un passaggio corretto di 1’07″13 nei primi 100 metri, cercando di tenere il passo delle russe davanti a lei e di mantenere un margine nei confronti del resto delle concorrenti. L’obiettivo è stato centrato, in un arrivo allo sprint per il terzo gradino con la ceca Kristyna Horska (2’19″89) e Carraro (2’19″91).
Fangio, dunque, di bronzo alle spalle dell’accoppiata Evgeniia Chikunova (2’16″88, record del mondo giovanile)/Marija Temnikova (2’18″45), inarrivabile per il cambio di passo nel terzo cinquanta di gara.

Panziera, Di Liddo, Castiglioni e Pellegrini: record italiano!

Europei in vasca corta
Paltrinieri e non solo: numeri da record per l’Italia a Kazan
08/11/2021 A 12:06
Europei in vasca corta
Italnuoto da record agli Europei di Kazan: 35 medaglie!
07/11/2021 A 19:43