Signore e signori, che Benedetta Pilato! La classe 2005 del Bel Paese, impegnata nella seconda giornata di gare dell’International Swimming League 2020 (ISL 2020) a Budapest (Ungheria), non finisce di stupire. Dopo aver ottenuto ieri il nuovo record italiano di 28″97 in vasca corta nei suoi 50 rana (distanza nella quale è argento iridato nella piscina da 50 metri), oggi si è ripetuta nella distanza olimpica dei 100 rana.

Nuoto
Barelli si sfoga: "Ingiusta la chiusura delle piscine"
IERI A 12:29

In rappresentanza degli Energy Standard, Pilato ha sfidato in un altro confronto spalla a spalla la campionessa olimpica e mondiale Lilly King (Cali Condors) e il duello è stato serrato molto più di quello che ci si aspettava. Benny, infatti, sta ancora lavorando per mettere insieme i pezzi del puzzle del suo 100 metri. Ebbene, la ragazzina pugliese ha messo in acqua una gara sensazionale vinta da King in 1’03″16, ma con l’azzurrina a mezzo secondo e capace di sbriciolare letteralmente il primato nazionale: 1’03″67 il crono di Benny, contro l’1’04″11 di Martina Carraro (detentrice del precedente record nazionale). Soprattutto nella parte nuotata la nostra portacolori è stata impressionante e il distacco dall’americana si è visto soprattutto nei particolari di virate e subacquee, nei quali comunque si sono notati dei miglioramenti rispetto al passato. Ricordiamo che il primato personale dell’italiana era di 1’05″40. Pilato, quindi, in un’altra dimensione.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Sedicenni al voto e decisivi anche nello sport: da Pilato a Iapichino, quando il talento non ha età

Nuoto
ISL, Aqua Centurions all'ultimo posto
24/10/2020 A 12:51
Nuoto
Pellegrini: "Con un altro lockdown smetto di nuotare"
24/10/2020 A 07:10