Nove mesi di squalifica per aver sostenuto, anche con uscite pubbliche, il presidente della sua nazione: Vladimir Putin. Non sono tempi facili per gli atleti russi e ne sa qualcosa Evgeny Rylov. La Federnuoto internazionale ha infatti deciso di sanzionare il bicampione olimpico a Tokyo dei 100 e 200 dorso per le sue vedute politiche.
La decisione è stata presa dalla commissione disciplinare della FINA, che aveva già bandito gli atleti russi da tutte le competizioni. Lo stop nei confronti di Rylov è stato deciso "in seguito alla sua partecipazione e ai comportamenti a un evento allo stadio Luzhniki di Mosca il 18 marzo scorso". Esibizione in cui Rylov aveva con la sua presenza e le sue parole evidentemente legittimato le posizioni politiche del presidente della sua nazione, in questo momento impegnata nella guerra in Ucraina. Scelte che non sono piaciute alla FINA che ne ha fatto scattare così nove mesi di squalifica iniziati proprio dallo scorso mercoledì 20 aprile, quando è stata ufficializzata questa decisione.
Nuoto
Trials USA: quarto sigillo di Dressel e Ledecky a Greensboro
01/05/2022 A 09:16

RYLOV FA BIS: DOMINIO NEI 200 DORSO DOPO L'ORO NEI 100

Nuoto
Fangio sigla il nuovo record italiano nei 200 rana in vasca corta
14/04/2022 A 15:45
Nuoto
Paltrinieri trova il pass iridato, Martinenghi e Pilato volano
13/04/2022 A 17:25