Simona Quadarella, pluricampionessa del nuoto azzurro, direttamente dal Festival dello Sport di Trento ha raccontato la sua esperienza ai Giochi di Tokyo 2020. Dalla gastroenterite che l’aveva colpita prima di partire per il Giappone, alla cocente delusione dei “suoi” 1500 fino ad arrivare all’entusiasmante epilogo con la medaglia di bronzo sugli 800. Queste le parole della nuotatrice romana ai microfoni di Stefano Arcobelli de La Gazzetta dello Sport:

Inferno+Paradiso

“Nei 1500 è successo qualcosa che non mi aspettavo. Sapevo di essere stata male, di avere poche forze. La mia fortuna è stata che i 1500 erano in programma il giorno successivo. Ho passato un pomeriggio a piangere, a disperarmi, ma mi sono svegliata il giorno dopo con una seconda gara da fare. “Non farti sfuggire un’occasione così grande”, mi sono detta, e sono andata a prendermi quella medaglia che era l’obiettivo della spedizione. Anche perché così avrei potuto andare in vacanza serena”
Tokyo 2020
Paltrinieri: "A Tokyo è stata dura, ma ne sono uscito bene"
06/10/2021 A 12:56

SIMONA QUADARELLA QUINTA NEI 1500 SL, ORO LEDECKY: RIVIVI LA GARA IN 170''

SIMONA QUADARELLA BRONZO DI CUORE NEGLI 800! RIVIVI LA SUA GARA

Nuoto
Nuoto pinnato, Italia sul tetto del mondo! Sette medaglie in Colombia
28/09/2021 A 14:06
Nuoto
ISL Napoli, Razzetti: trionfo e record italiano nei 200 farfalla
24/09/2021 A 20:46