Ha preso il via la seconda giornata del Trofeo Settecolli nella piscina del Foro Italico a Roma. Altre dodici gare sono cominciate questa mattina con le serie lente, con tempi che verranno sicuramente battuti durante la giornata; nella piscina più bella del mondo è però scesa nuovamente Federica Pellegrini in una gara a lei non affine.
DONNE
Dopo aver partecipato ieri ai 50 metri dorso, oggi la Divina decide di raddoppiare con i 100 dorso. In una gara a tre, unica batteria della mattinata, la campionessa azzurra chiude in 1.00.32 rifilando tre secondi e mezzo ad Ilaria Fonte (1.03.94); squalificata invece la brasiliana Stephanie Balduccini. La Pellegrini continua così a macinare bracciate in vista delle Olimpiadi di Tokyo.
Nuoto
Quadarella 2ª a un soffio dalla vittoria nei 400 sl a Doha
21/10/2021 A 20:08
La giornata è iniziata con i 100 farfalla: il miglior tempo delle prime due batterie è di Elena Capretta, la sambenedettese classe 2002 chiude in 1.02.29 vincendo la sua sessione, avanti ad Andrea Ambra Pescio, vincitrice della batteria 4 in 1.02.74. Nei 400 metri è la danese Clara Ryback-Andersen a vincere la sua gara in 4.59.60 avanti ad Anna Conti e Carlotta Scarpitti, in attesa della detentrice del record del mondo Katinka Hosszu in serata.
Nei 100 metri stile libero la più veloce è la svizzera Noemi Girardet, che ha vinto la batteria 6 in 56.48 avanti all’israeliana Daria Golovati in 56.56; terza la svedese Hanna Bergman, in 56.68, mentre la migliore italiana è al momento Martina Rombaldoni, quarta assoluta in 56.80. I 50 rana vedono invece in vetta, dopo la pima gara, la norvegese Stina Kajsa Colleou in 32.55, Teresa Bani della Rari Nantes Florentia è seconda per 17 centesimi; negli 800 metri per ora è avanti la brasiliana Betina Lorscheitter che chiude in 8.48.19 sopravanzando Uljana Gorlova e Isabella Sinisi.
UOMINI
Le gare uomini sono cominciate con i 200 farfalla: il migliore della prima batteria è Mattia Antonelli della CN Torino in 2.01.53, che domina la sua batteria avanti a Filippo Rinaldi (2.03.10) e Andrea Facciolà (2.04.33). Nei 50 rana il più veloce fino ad ora è Scott Gibson, che ha fermato il cronometro sul 25.55, 22 centesimi meglio di Stefano Razeto, secondo in 25.77; terzo lo spagnolo Manuel Martos Bacarizo.
400 metri che dopo le prime due serie vedono lo svedese Adam Paulsson in vetta con il tempo di 4.17.94, con il podio provvisorio per ora occupato dal norvegese Tomoe Zenimoto Hvas e lo slovacco Richard Nagy; miglior azzurro nel complessivo Emanuele Brivio, quinto in 4.28.41. Nei 100 stile libero si vedono già dei tempi sotto i 50 secondi dopo le prime quattro sessioni: l’ungherese Richard Bohus stampa un discreto 49.73 a discapito del brasiliano Murilio Setin Sartori (49.77) e allo slovacco Matej Dusa (49.96). Azzurri lontani, il migliore è per ora Nicolò Franceschi del Nuoto Club Milano in 50.52.
50 metri rana con Andrea Bergoglio del CN Torino in cima alla classifica con il tempo di 28.30, avanti al compagno di scuderia Gabriele Mancini (28.40) e Christian Ponga (28.52). Prima batteria degli 800 metri che è appannaggio all’ungherese Akos Kalmar, che batte in volata l’israeliano Bar Soloveyhik in 7.56.93.

Panziera: “Che esempio vedere Federica Pellegrini allenarsi!”

Nuoto
Quadarella: "Dopo i 1500 ero disperata, ma ho reagito"
07/10/2021 A 13:57
Tokyo 2020
Paltrinieri: "A Tokyo è stata dura, ma ne sono uscito bene"
06/10/2021 A 12:56