"Avevo perso qualsiasi tipo di stimolo. Mi stava passando la voglia di nuotare, non mi divertivo e non ero tranquillo. È stata una decisione maturata nel corso dei mesi. Nessun litigio, nessun problema con il Moro (Stefano Morini), ma non potevo allenarmi ancora a Ostia. Ero demotivato all’allenamento, mi chiedevo ogni giorno cosa stessi facendo. Dovevo ritrovarmi e il rinvio dell’Olimpiade ha influito e mi ha dato la spinta definitiva per cambiare”. Gregorio Paltrinieri, in una conference call organizzata da DAO Sport per l’occasione, spiega con calma e lucidità la sua scelta. Una scelta a sorpresa, improvvisa, destinata a far discutere e che cambia totalmente le prospettive sul suo futuro.

Dopo 9 anni avevo brutte sensazioni

Nuoto
Gregorio Paltrinieri si separa da coach Morini: scelta dettata dall'obiettivo acque libere
11/05/2020 A 12:38

"Dopo tanti anni in uno stesso posto (Ostia), ho avuto brutte sensazioni. Ero inquieto e non mi divertivo piú. Mi sono spaventato.Con Morini ho trascorso nove anni magnifici e con risultati incredibili. Abbiamo vinto tutto, ma essendo io meticoloso, professionista, maniacale, non mi sentivo piú come prima e mi tormentava non essere al 100% mentalmente”. Paltrinieri analizza il suo stato d’animo e si scava dentro. Dopo il decennale dominio in vasca sugli 800 metri stile libero e soprattutto sui suoi mitici 1500 metri, sentiva il bisogno di concentrarsi sulle acque libere e su quella 10 chilometri che sembra ora diventata un suo obiettivo fisso. E allora chiuso il rapporto lavorativo con il suo mentore Morini e via alla nuova avventura con Fabrizio Antonelli, tecnico specializzato nel nuovo in acque libere e gia allenatore dell'argento olimpico Rachele Bruni.

Gregorio Paltrinieri e Stefano Morini in allenamento ai primi di maggio

Credit Foto Eurosport

A Tokyo per vincere tre ori, priorità alle acque libere

"Voglio andare a Tokyo per vincere tre medaglie d’oro. Sono ambizioso e ci credo. E quasi ringrazio la situazione che si è venuta a creare. In queste settimane di lockdown avevo giá previsto tutto e mi sono fatto forza. Non sai mai se la scelta è quella giusta, ma sono mesi che ho in testa un cambiamento e avevo voglia e bisogno di azzerare e di ricominciare". Gregorio sorride, é sicuro e convinto di aver optato per la svolta giusta nel momento giusto. "Il nuoto di fondo ora diventa prioritario. Deve diventare piú importante nella mia attivitá quotidiana. Non sono preoccupato perché ci sono tanti mesi davanti, ma adesso riparto in condizioni totalmente diverse, anche rispetto ai miei avversari. Mychajlo Romančuk si sta allenando due volte al giorno. Wellbrock anche. Ma sono sereno: ho tempo per prepararmi ed arrivare all'Olimpiade in forma e ai miei livelli"

Addio difficile a Morini, ora a Roma con Antonelli

"É stato molto difficile comunicarlo al Moro e prendere la decisione definitiva. Sono legatissimo a lui e rifarei tutto questo percorso, da 16 in poi, vissuto fianco a fianco - afferma convinto Greg - Se fossimo andati avanti cosí magari sarebbero arrivati brutti risultati alle Olimpiadi. Sembra quando due innamorati si lasciano dopo 20 anni.Spero che lui abbia capito la decisione, anche se non se l’aspettava. Puntare su Antonelli é stata una scelta ponderata. Ho valutato bene le alternative e ho scelto la persona di cui mi fido di piú in assoluto tra gli allenatori italiani. È giovane, ha metodi di allenamento giovani, con tecniche innovative e che mi stimolano. Un grande cambiamento e una grande sfida. Voglio specializzarmi anche sul nuoto di fondo e lui puó darmi una visione globale. C’è modo di crescere insieme. Penso ci alleneremo a Roma, anche se ancora non so dove. Ma sicuramente lasceró Ostia". Nuova vita, nuova cittá, nuovi stimoli. Tutto quello che Gregorio Paltrinieri voleva, sperando che questa svolta sia un punto di partenza fondamentale per regalare e regalarsi altre nuove soddisfazioni a Tokyo, nel 2021.

Buon compleanno Gabriele Detti: rivivi il bronzo a Rio 2016

Tokyo 2020
Giochi Olimpici nel 2021: da Paltrinieri a Quadarella come cambia la preparazione dei big del nuoto
24/03/2020 A 14:48
Tokyo 2020
Magnini va forte: tre anni dopo già 1'47''33 nei 200 sl
05/12/2020 A 23:11