Gregorio Paltrinieri, che ha preso parte alle Olimpiadi di Tokyo nonostante la mononucleosi lo abbia colpito proprio alla vigilia dei Giochi, ha centrato l’argento negli 800 metri stile ibero ed il quarto posto nei 1500 metri stile libero nel nuoto in corsia ed il bronzo nella 10 km nel nuoto di fondo.

Paltrinieri, dall'oro di Rio alla doppietta di Tokyo

L’azzurro ha parlato della sua esperienza olimpica intervenendo in collegamento video al Meeting di Comunione e Liberazione, in svolgimento a Rimini, nel corso del convegno dal titolo “Il coraggio della sfida. Andare oltre i limiti“, e le sue dichiarazioni principali sono state rilanciate dall’ANSA.
Tokyo 2020
Pellegrini: "Doping e non solo, per cosa mi batterò al CIO"
23/08/2021 A 15:25
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri
"A Tokyo avrei voluto vincere tre ori e fare imprese galattiche, non ce l’ho fatta ma sono orgoglioso di quello che ho fatto. In Giappone è stata una situazione nuova e stressante. Il punto non è aver paura di sbagliare, ma sapere di averci provato fino in fondo. E sono contento“.
"Nella mia carriera ho fatto tante gare, anche tanti errori e dagli errori cerco sempre di imparare e di trarne qualcosa di positivo. E’ stato un passaggio fondamentale, perché si vive nell’ideale che le Olimpiadi siano una volta ogni 4 anni, e si vive nella speranza di arrivare lì al massimo della propria condizione“.
"La realtà è che non è mai così e arrivi all’appuntamento principale con cose che avresti potuto fare meglio. Quindi devi essere capace di adattarti alla situazione. In ogni caso mi sono presentato e ho messo la testa a posto cercando di dare il massimo“.

PALTRINIERI STRABILIANTE: IL FILM DEL SUO ARGENTO

Tokyo 2020
Pellegrini: "Nel 2020 sarei stata da medaglia"
22/08/2021 A 10:42
Tokyo 2020
Dressel: "Volevo convincermi che fosse come i Mondiali"
16/08/2021 A 11:56