Gregorio Paltrinieri aveva aspettative enormi su se stesso alle Olimpiadi di Tokyo. L'Infida mononucleosi l'ha colpito a un mese dai Giochi e messo a rischio sia la sua partecipazione che la sua competitività ai massimi livelli. Il carpigiano, però, pur non essendo al 100%, ne è uscito da fenomeno quale è e si è messo al collo un argento e un bronzo. Medaglie dal peso enorme per come si erano messe le cose e su questi risultati Greg è tornato a parlare in occasione della premiazione degli atleti delle Fiamme Oro al Coni. "È stata un'Olimpiade difficile, tosta, anche con delle situazioni personali ma ne esco bene con due medaglie. Ora riparto con la consapevolezza di aver fatto bene e di poter far ancora meglio. Una malattia del genere non poteva cancellare quanto di buono fatto nei dieci anni precedenti. Mi sono detto che anche al 70-80 percento dovevo dare il massimo. Sto lavorando bene, ho ricominciato a inizio settembre, sto facendo tante gare in mare per fare più esperienza possibile nel fondo. Quest'anno ci aspettano Europei e mondiali in vasca sia corta e che lunga, sarà una stagione lunga e tosta".

PALTRINIERI, BRONZO FANTASTICO NELLA 10 KM! RIVIVI LA SUA GARA

Tokyo 2020
Pellegrini: "Doping e non solo, per cosa mi batterò al CIO"
23/08/2021 A 15:25
Tokyo 2020
Pellegrini: "Nel 2020 sarei stata da medaglia"
22/08/2021 A 10:42
Tokyo 2020
Paltrinieri: "A Tokyo so di averci provato fino in fondo"
20/08/2021 A 17:14