La XXXII edizione dei Giochi olimpici estivi si disputerà dal 23 luglio all'8 agosto 2021 a Tokyo, un anno dopo rispetto al programma originario a causa del rinvio dovuto alla pandemia globale del Covid-19. Saranno presenti atleti di 33 sport diversi, per un totale di 50 discipline e 339 eventi che assegneranno le medaglie. Questo è il programma completo delle gare di nuoto, con gli atleti partecipanti, il programma delle gare e alcune curiosità.

Sede e gare

Le competizioni del nuoto si terranno all'Olympic Acquatic Centre di Tokyo dal 24 luglio al 1° agosto 2021. In tutto sono 35 gli eventi in programma: 17 maschili, 17 femminili e uno misto. Le novità rispetto a Rio 2016 sono gli 800 stile libero uomini, i 1500 stile libero donne e la staffetta 4x100 mista mista. Le finali si terranno nella mattina giapponese (notte fonda italiana).
Tokyo 2020
Pellegrini: "Doping e non solo, per cosa mi batterò al CIO"
23/08/2021 A 15:25

Qualificazione

Per qualificarsi ai Giochi, gli atleti hanno dovuto nuotare sotto i minimi stabili dalla Federazione internazionale (la FINA). Per le gare individuali, i tempi devono essere conseguiti in qualsiasi competizione riconosciuta dalla FINA. Per quanto riguarda le staffette, ci saranno 16 squadre al via. Dodici hanno staccato il pass ai Mondiali di Gwangju, le restanti quattro usciranno nel periodo di qualificazione quando verranno ammessi i quattro migliori tempi. Per ogni gara individuale, ogni Nazione potrà schierare al massimo due atleti mentre nelle staffette ci sarà al via una squadra per Paese.

Calendario (finali)

25 luglio - 4x100 stile libero donne, 400 misti donne, 400 misti uomini, 400 stile libero uomini
26 luglio - 100 farfalla donne, 4x100 stile libero uomini, 400 stile libero donne, 100 rana uomini
27 luglio - 100 dorso donne, 100 rana donne, 200 stile libero uomini, 100 dorso uomini
28 luglio - 200 stile libero donne, 200 misti donne, 200 farfalla uomini, 1500 stile libero donne, 4x200 stile libero uomini
29 luglio - 200 rana uomini, 100 stile libero uomini, 4x200 stile libero donne, 200 farfalla donne, 800 stile libero uomini
30 luglio - 200 rana donne, 200 misti uomini, 100 stile libero donne, 200 dorso uomini
31 luglio - 800 stile libero donne, 4x100 misti, 100 farfalla uomini, 200 dorso donne
1° agosto - 1500 stile libero uomini, 50 stile libero donne, 4x100 misti uomini, 4x100 misti donne, 50 stile libero uomini

L'Italia

Sono questi i numerosi atleti (e squadre azzurre) qualificati a Tokyo 2020: Domenico Acerenza (1500 stile libero), Stefano Ballo (staffetta 4x200 stile libero), Ilaria Bianchi (100 farfalla), Federico Burdisso (200 farfalla), Martina Rita Caramignoli (1500 stile libero), Giacomo Carini (200 farfalla), Martina Carraro (100 rana), Arianna Castiglioni (staffetta 4x100 mista), Thomas Ceccon (100 dorso), Matteo Ciampi (staffetta 4x200 stile libero), Santo Yuko Condorelli (staffetta 4x100 stile libero), Ilaria Cusinato (200 e 400 misti), Gabriele Detti (400 stile libero), Marco De Tullio (400 stile libero), Stefano Di Cola (staffetta 4x200 stile libero), Elena Di Liddo (staffetta 4x100 mista, possibilità nei 100 farfalla), Francesca Fangio (200 rana), Sara Franceschi (400 misti), Manuel Frigo (staffetta 4x100 stile libero), Nicolò Martinenghi (100 rana), Anna Chiara Mascolo (staffetta 4x200 stile libero), Pier Andrea Matteazzi (400 misti), Filippo Megli (staffetta 4x200 stile libero), Alessandro Miressi (100 stile libero e staffetta 4x100 stile libero), Gregorio Paltrinieri (800 stile libero, 1500 stile libero), Margherita Panziera (200 dorso), Federica Pellegrini (200 stile libero), Benedetta Pilato (100 rana), Stefania Pirozzi (staffetta 4x200 stile libero), Federico Poggio (100 rana), Simona Quadarella (800 e 1500 stile libero), Alberto Razzetti (200 misti), Matteo Restivo (200 dorso), Simone Sabbioni (4x100 mista), Giulia Vetrano (staffetta 4x200 stile libero), Lorenzo Zazzeri (staffetta 4x100 stile libero), 4x200 stile libero femminile, 4x100 mista femminile, 4x100 stile libero maschile, 4x200 stile libero maschile, 4x100 mista maschile, 4x100 mista mixed.

Atleti da seguire

Di fenomeni, il nuoto, ne è sempre stato affollato e anche Tokyo non farà eccezione. Vero, per la prima volta da Atlanta 1996 non ci sarà Mr. Olimpiade Michael Phelps, ma il parterre sarà comunque luminoso: da Adam Peaty a Gregorio Paltrinieri, da Katie Ledecky a Sarah Sjoestrom e Katinka Hosszu. Ma soprattutto sarà l'ultima recita a cinque cerchi di Federica Pellegrini, la nostra Divina del nuoto. Alla quinta e ultima Olimpiade, col sogno credibile di tornare sul podio dopo due edizioni con l'amaro in bocca. Da campionessa iridata nei suoi 200 stile libero, può farci sognare ancora una volta.

Michael Phelps

Credit Foto From Official Website

Storia

Il nuoto è presente ai Giochi olimpici fin dalla prima edizione della rassegna moderna (Atene 1896), mentre le donne ha debuttato a Stoccolma 1912. Nelle prime edizioni non si gareggiò in piscina ma in acque libere. La piscina di 50 metri con le corsie venne introdotta nel 1924. Dalle sole due gare della prima Olimpiade si è passati alle 19 per genere di quelle attuali, perdendo per strada altre 18 specialità. Dopo l'atletica, è lo sport con più gare alle Olimpiadi. Il Paese più vincente sono gli Stati Uniti, con 553 medaglie (246 d'oro). L'Italia è al 17esimo posto della graduatoria con 5 ori, 5 argenti e 12 bronzi. I trionfi azzurri sono arrivati grazie a Domenico Fioravanti (100 e 200 rana a Sydney '00), Massimiliano Rosolino (200 misti a Sydney '00), Federica Pellegrini (200 stile libero a Pechino '08) e Gregorio Paltrinieri (1500 stile libero a Rio 2016). L'atleta più medagliato è Michael Phelps, che vanta 23 ori, 3 argenti e 2 bronzi in cinque partecipazioni. Come lui nessuno mai, uomini o donne non fa differenza, rassegne invernali incluse.
Tokyo 2020
Pellegrini: "Nel 2020 sarei stata da medaglia"
22/08/2021 A 10:42
Tokyo 2020
Paltrinieri: "A Tokyo so di averci provato fino in fondo"
20/08/2021 A 17:14