Protesta chiara, provocatoria e quanto mai attuale quella della nuotatrice Ruta Meilutyte che, in Lituania, ha tinto di rosso e nuotato in uno stagno davanti all'ambasciata russa per simulare il colore del sangue, in protesta a quanto sta succedendo tra Ucraina e Russia. Meilutyte vanta un bel palmares nel nuoto potendo vantare dell'oro nei 100m rana ai giochi di Londra all'età di 15 anni, ancora prima di diventare campionessa europea juniores. Il suo dominio non è durato a lungo e nel 2018 ha smesso di gareggiare, anche se recentemente ha annunciato il suo ritorno al nuoto. La ragazza, classe 1997, è tra gli atleti più attivi a sostenere l'Ucraina ed in questi giorni sta dando vita ad una delle proteste più provocatorie di sempre.
Ruta Meilutyte ha registrato un video di grande impatto visivo, con lei che nuota in un 'lago di sangue' anche se il rosso lo si deve ad una particolare tintura. In questi giorni tanti sportivi si stanno mobilitando per sensibilizzare il mondo sulla triste guerra, da Buffon che ha inontrato Vlad, un ragazzo ucraino fino a Belanov che è pronto a combattere per difendere la sua madre patria. Sulla protesta della nuotatrice, la ragazza ha anche destinato poche parole di vicinanza al popolo ucraino:
Nuoto
Trials USA: quarto sigillo di Dressel e Ledecky a Greensboro
01/05/2022 A 09:16
"Con queste immagini intendo sottolineare la responsabilità della Russia per i crimini di guerra contro gli ucraini. Simboleggia anche 'la necessità di continuare la lotta' del popolo ucraino contro i suoi invasori e sostengo che è fondamentale rimanere attivi diffondendo informazioni accurate, protestando, donando e facendo pressione sui nostri governi affinché agiscano".

Klitschko: "Guerra in Ucraina senza senso, porterà solo distruzione"

Nuoto
La FINA sospende per 9 mesi l'oro olimpico Rylov perché pro Putin
22/04/2022 A 21:32
Nuoto
Fangio sigla il nuovo record italiano nei 200 rana in vasca corta
14/04/2022 A 15:45