Un passo importante e significativo. Il Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici di Tokyo è pronto per mutare il proprio “spartito” nel consiglio direttivo. C’è, infatti, la richiesta per l’elezione di 12 donne all’interno del consiglio citato. A riferire la notizia sono i media nipponici, sostenendo che questa decisione fa parte di un programma avallato dal nuovo presidente Seiko Hashimoto, dopo le dimissioni per comportamento sessista del predecessore Yoshiro Mori.
Allo stato attuale delle cose, ci sono 34 membri, sette dei quali sono donne. La nuova riforma, dunque, porterebbe a un incremento di 45 effettivi nel consiglio direttivo, con una presenza femminile pari a 19 unità, passando quindi dall’attuale 20% al 42%. Non sono ancora noti i nomi, ma stando ad alcune indiscrezioni delle testate locali tra le candidate vi potrebbero essere la vincitrice della maratona alle Olimpiadi di Sydney nel 2000, Naoko Takahashi, e la due volte campionessa paraolimpica in sci alpino Kuniko Obinata. L’elezione dei 12 nuovi candidati sarà approvata entro oggi, rivela l’Ansa, nel corso della riunione consultiva del Comitato.
Tokyo 2020
Mancano 150 giorni a Tokyo 2020, tra speranze e incertezze
23/02/2021 A 10:17

"Giochi da Ragazze", Valentina Marchei ci porta verso Tokyo 2020

Pechino 2022
Pechino 2022, niente pubblico per il percorso della torcia olimpica
11 ORE FA
Pechino 2022
Tutti i qualificati e convocati dell'Italia per Pechino 2022
IERI A 16:45