Un argomento già trattato nelle scorse settimane. A riprenderlo è una personalità molto importante nel mondo dello sport azzurro: il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli. Fondamentale, per lui, e per molti tecnici e addetti ai lavori, vaccinare assolutamente il prima possibile tutti gli atleti che hanno ambizione di partecipare ai Giochi Olimpici di Tokyo. Le sue parole all’ANSA: “Gli atleti azzurri che rappresentano l’Italia vanno tutelati in vista delle Olimpiadi di Tokyo: allenarsi duramente e incorrere nel contagio da Covid negli ultimi mesi di preparazione sarebbe uno smacco”.
Prosegue, facendo un appello anche al Presidente del Consiglio: “Sono poche centinaia gli atleti che possono ambire a competere a Tokyo e vaccinarli subito darebbe loro pari opportunità con quelli di altri Paesi che già stanno vaccinando i propri campioni per salvaguardarli dal rischio di contagio. Le liste di chi ha diritto al vaccino vanno certamente rispettate per proteggere appieno i più bisognosi ma il Presidente Draghi, responsabile del Governo per lo Sport, dovrebbe ritenere un interesse nazionale consentire agli atleti ‘ambasciatori’ azzurri di rappresentare il Paese nel pieno delle forze, per conquistare magari l’ambita medaglia e ancor di più far sentire al mondo l’Inno di Mameli”.
Giochi Olimpici
Tokyo 2020 al femminile: altre 12 donne nel consiglio direttivo
03/03/2021 A 08:11

L'inno è salvo: cantiamo insieme "Fratelli d'Italia"

Tokyo 2020
Mancano 150 giorni a Tokyo 2020, tra speranze e incertezze
23/02/2021 A 10:17
Tokyo 2020
Il presidente di Tokyo 2020 Mori si dimette dopo le frasi sessiste
12/02/2021 A 09:54