Ci siamo. Il sogno di conquistare una medaglia dei 384 azzurri presenti alle Olimpiadi di Tokyo sta per cominciare. A causa della pandemia abbiamo dovuto attendere un anno in più per assistere alla kermesse sportiva più affascinante al mondo e la voglia di scrivere una bellissima e indimentacabile pagina di storia tricolore da parte dei nostri atleti è senza dubbio aumentata. Proprio per premiare l’arduo lavoro e l’impegno degli azzurri, il Coni ha deciso di aumentare i premi in denaro assicurati ai nostri portacolori in caso di conquista di medaglie nei Giochi asiatici. Lo ha spiegato qualche settimana fa proprio Giovanni Malagò, Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano: "Su idea di Carlo Mornati, che ho volentieri recepito, la Giunta ha deliberato che, dopo quattro Olimpiadi in cui sono rimasti inalterati, aumenteremo i premi del 20% lordo, da 50 mila a 60 mila euro per il bronzo, da 75 mila a 90 mila per l’argento, da 150 mila a 180 mila per l’oro. Un atto dovuto verso gli atleti che in questo anno hanno fatto tanti sacrifici".
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri

All’estero meno soldi, ma più contratti di sponsorizzazione

Tokyo 2020
Italia alle Olimpiadi con 384 azzurri, battuto il record di Atene 2004
05/07/2021 A 08:34
I 180.000 euro per l’oro previsto per gli atleti italiani in gara a Tokyo rappresentano una cifra di tutto rispetto soprattutto se confrontata con i premi previsti dalle altre grandi Nazioni straniere. Ad esempio gli USA si fermano 25.000 dollari per l’oro (circa 21 mila euro) e non prevedono premi per argento e bronzo. La Francia arriva a 55.000 euro, la Germania a 16.500 euro per la vittoria, la Russia si spinge invece a circa 152.000 euro, la Cina tocca quota 26.500 euro per il titolo, mentre l’Australia ne garantisce ben 105.000 euro. Tra le cifre più curiose ci sono i 510.000 dollari per l’oro in Azerbaijan (circa 431.000 euro) e i 757.000 dollari (circa 640.000 euro) per i trionfi a Singapore. Va anche detto che altrove oltre al premio in denaro sono previsti poi contratti di sponsorizzazioni pluriennali con brand associati alle federazioni olimpiche, cosa che in Italia non avviene proprio per tutti i medagliati. In Gran Bretagna (così come in Svezia e Norvegia), ad esempio, continua ad esserci la seguente regola: non si paga un premio per l'oro o per la medaglia, ma ci sono associazioni apposite che offrono incentivi finanziari, convenzioni e partnership commerciali pluriennali. Insomma, non un riconoscimento immediato, ma una possibilità di incassare il meritato premio negli anni a venire.
Il confronto con le altre big
NazionePremio medaglia d'oro
Italia180.000
Russia152.000
Australia105.000
Francia55.000
Cina26.500
USA21.000

La vittoria dell’Europeo di calcio è stata pagata di più

Nel sovente dibattito che inizia con “cosa può valere più di una medaglia olimpica?” arriva puntuale una possibile risposta: l’Europeo di calcio. Ovviamente non sono cifre paragonabili ed equiparabili, visto anche il guadagno generale dei giocatori e il business che muove il calcio in Italia. Ma Chiellini e compagni hanno guadagnato 250.000 euro a testa per la recente vittoria a Wembley, un premio concordato in anticipo con la Federcalcio e che proviene interamente dalle casse della FIGC, quindi un ente decisamente diverso rispetto al Coni. Tra l'altro va specificato che i premi agli olimpionici sono al lordo e l’aliquota sul lordo è altissima (circa il 42%).
Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it: dal 19 luglio al 1 agosto, 3 giorni di free trial e abbonamento per 12 mesi a 29,90 euro complessivi.

L'Italia alle Olimpiadi estive: tutti gli ultimi portabandiera

Tokyo 2020
Tokyo 2020, le gare di domenica 25 luglio e dove vederle
4 ORE FA
Tokyo 2020
Olimpiadi, Italia: tutte le medaglie degli azzurri a Tokyo 2020
4 ORE FA