Le Olimpiadi di Tokyo si avvicinano e la questione “vaccini” tiene banco. Come è noto, il CIO e il Comitato Organizzatore locale, non ha posto alcun obbligo circa la diffusione della campagna vaccinale tra le varie delegazioni al via della competizione a Cinque Cerchi, consigliando però ai singoli Comitati di attivarsi in questo senso. I gestori dei Giochi hanno già pianificato un attento piano d’azione su cu come affrontare le criticità. Secondo quanto riportato dall’agenzia Kyodo, gli organizzatori hanno riservato un hotel con 300 camere da letto agli atleti sintomatici, o che presenteranno lieve sintomi associati al Covid. Gli sportivi o il personale tecnico che risulteranno positivi ma che non necessiteranno di un ricovero in ospedale, osserveranno un periodo di quarantena di 10 giorni nella struttura. L’hotel, come viene spiegato, è a pochi chilometri dal villaggio olimpico nel distretto di Harumi.

Olimpiadi, i cinque cerchi splendono su Tokyo dopo il Covid

Gli atleti, altresì, saranno sottoposti a un tampone ogni 4 giorni, ma è probabile che la frequenza aumenterà a causa della presenza delle ultime varianti del Coronavirus che hanno provocato un’impennata dei casi in Giappone nelle ultime settimane. In un contesto così particolare, si punta a presentarsi con una rappresentanza italiana vaccinata. E’ questo quanto dichiarato dalla sottosegretaria con delega allo Sport Valentina Vezzali: “Appena Coni e Cip ci comunicheranno i nominativi della delegazione che parteciperà ai Giochi predisporremo il piano vaccini. Ai Giochi l’Italia andrà tutta vaccinata”. A questo punto non resta che attendere gli sviluppi.
Tokyo 2020
La squadra olimpica delle Isole Cook torna a casa... Dopo 94 giorni!
19/10/2021 A 13:43

Alice Volpi: "Quando metto la maschera, non ce n'è per nessuno. Perchè la scherma è amore"

Tokyo 2020
Malagò: "Risultato non inaspettato a Tokyo, contesto il ranking"
27/09/2021 A 15:58
Tokyo 2020
Draghi: "Resto del mondo ci invidia per questa estate italiana"
23/09/2021 A 20:41