Non ci sarà un obbligo a vaccinarsi per i Giochi.

E’ questa l’indicazione che arriva dal Governo giapponese in merito alla gestione delle Olimpiadi di Tokyo in un contesto pandemico. A rivelare questo aspetto è stato il segretario capo di Gabinetto giapponese, Katsunobu Kato, che ha sottolineato che si possa avere un contesto sicuro non necessariamente e imprescindibilmente legato al vaccino.

Tokyo 2020
Italia a Tokyo senza simboli? Ecco la spiegazione
20/01/2021 A 09:47

Stiamo valutando l’implementazione di misure coordinate per avere dei Giochi che abbiano un livello affidabile di sicurezza”, la posizione di Kato. L’asset politico nipponico, dunque, vuol rispondere così alla contrarietà dell’opinione pubblica, assai preoccupata in quest’ultimo periodo in Giappone per il Covid-19. Lo stato di emergenza in cui sono state poste undici prefetture fino al 7 febbraio non alimenta l’ottimismo. Gli ultimi sondaggi condotti a inizio di questo mese dall’agenzia Kyodo, infatti, riportano che l’80% degli intervistati sia contrario ai Giochi e desideri una cancellazione o un posticipo.

E’ chiaro il Governo del Sol Levante si stia muovendo anche per il vaccino, al fine di velocizzare le operazioni. Tokyo ha, infatti, sottoscritto dei contratti preventivi per la fornitura di 290 milioni di dosi con tre aziende farmaceutiche. Si attende però l’approvazione dal ministero della Salute e secondo quanto riportano le cronache questo non avverrà prima del prossimo mese.

Bach: "Buona parte atleti arriveranno a Tokyo vaccinati"

Tokyo 2020
Egonu: "A Tokyo vorrei vivere un'esperienza unica"
16/01/2021 A 11:06
Tokyo 2020
Bolla nel villaggio olimpico per la cerimonia d’apertura
23/02/2021 A 14:33