Che spettacolo questa Igor Gorgonzola Novara! La squadra allenata da Stefano Lavarini infligge una lezione di pallavolo alla Dinamo Mosca, stravincendo 3-0 il big match del 3° turno di Pool C della CEV Champions League e volando a punteggio pieno, con 9 punti in classifica. Trascinata dalla ricezione sontuosa di un'Eleonora Fersino sempre perfetta (82% di eccellenza e 91% di positività, ma sono numeri che raccontano pochissimo della sua partita), l'Igor offre un'ottima prestazione di squadra, limitando il temibile muro del club russo e trovando in Micha Hancock una regista perfetta, indubbiamente favorita dall'incapacità del servizio di casa nell'essere ficcante e preciso. Se Fersino è l'assoluta MVP di questo grande successo, Nika Daalderop è però essenziale, specie a muro nel 3° set, e capace di chiudere con 15 punti e il 46% in attacco. Altra grande prova personale anche per Ebrar Karakurt, sempre più inserita nel gruppo delle Igorine e abile nell'alternare colpi di fioretto a bombe in diagonale e parallela, chiudendo con 14 punti. Nel 23-25 del 3° set risulta poi fondamentale, anche e soprattutto, Britt Herbots: entrata al posto di Caterina Bosetti - che prova per l'azzurra, sempre artista del mani-out e solidissima in ricezione! - la schiacciatrice mette a terra 4 punti pesantissimi nella frazione più combattuta e chiude il match con una parallela d'autrice. Infine, due parole anche su Cristina Chirichella. La capitana di Novara domina a muro (5) e in fast (86% in attacco), confermandosi leader di un gruppo che punta ad arrivare fino in fondo a questa Champions League.

Chirichella dice no! Che muro a uno per la capitana di Novara

Big match avrebbe dovuto essere e partita di cartello è stata, ma solo per l'Igor Gorgonzola Novara. Chirichella e compagne travolgono infatti una Dinamo Mosca a tratti irriconoscibile e conquistano il primato in solitaria nella Pool C, mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione alla fase successiva. Il club moscovita soffre tremendamente in ricezione e, per larghi tratti di gara, non beneficia nemmeno della coppia Goncharova-Vasileva: Nataliya chiude il 1° set con 3/15 in attacco e 4 errori, Elitsa fa peggio con 1/10. Solo il grande lavoro a muro delle compagne, consente alla squadra allenata da Konstantin Ushakov di non incassare un punteggio ancor più severo del 20-25 con cui si chiude la frazione. Fersino è sublime in difesa, confermando di essere ormai ai livelli di Moki De Gennaro (Conegliano) e Beatrice Parrocchiale (Monza) nel ruolo di libero, ma si fa notare anche per il gran lavoro in palleggio nelle rarissime occasioni in cui la ricezone dell'Igor non è perfetta (40% di eccellenza a fine gara per Novara). Daalderop e Karakurt sono invece chirurgiche in attacco e fanno la differenza anche nel 2° set, frazione in cui gli errori della squadra ospite aumentano - specie dai nove metri, a causa del fatto che Hancock e compagne forzano sempre e comunque - e la Dinamo pare ritrovare quantomeno Goncharova. La stella russa sembra poter riaprire il set, dopo il 13-19 firmato dall'ennesima bomba in diagonale di Karakurt, ma la fast di Chirichella mette una pietra tombale sulle speranze casalinghe di rimonta (21-25).
Serie A1 femminile
Danesi passa a Novara, che coppia con Chirichella!
25/05/2022 A 08:40

Super difesa di Hancock, poi ci pensa la classe cristallina di Bosetti

Il 3° set è quello della sofferenza Igorina e dell'orgoglio moscovita. La Dinamo non ci sta a farsi surclassare 0-3 davanti al pubblico amico e le prova tutte per evitarlo, anche perché coach Lavarini ricorre alla staffetta della diagonale opposto-palleggio, rispolverando Herbots e Ilaria Battistoni nel momento in cui le sue titolari sembrano andare fuorigiri, non trovando più spazi oltre il muro della coppia Goncharova-Fetisova. L'equilibrio lo spezza proprio Herbots con dei grandi colpi in parellela e ottimi mani-fuori, firmando anche il punto del k.o. definitivo dopo un'altra reazione di una Goncharova a intermittenza: 12 punti, ma anche 32% in attacco e 4 muri incassati per la stella della Dinamo. Novara può festeggiare così un successo netto e quasi mai in discussione, dopo una partita in cui Hancock non ha neppure dovuto rispolverare più di tanto il gioco al centro - nonostante la ricezione quasi sempre perfetta delle compagne - e si è divertita nel variare molto in posto 2 e 4, oltre che nell'offrire ottime pipe, ma anche nel bombardare dai nove metri col solito servizio al fulmicotone. Grande reazione dopo lo 0-3 maturato in Serie A1 femminile contro Scandicci, una sconfitta che aveva interrotto l'imbattibilità di Novara contro qualsiasi avversaria italiana che non fosse Conegliano. Adesso l'Igor ha quattro punti di vantaggio in classifica sulla Dinamo e cinque sul THY Istanbul: il 20 gennaio 2022, al PalaIgor, arriverà il VK Dukla Liberec per una ghiotta occasione dell'ennesimo bottino pieno in questa campagna europea.

Pallonetto sopraffino di Daalderop per eludere il muro Dinamo

Il tabellino

Dinamo Mosca - Igor Gorgonzola Novara 0-3 (20-25; 21-25; 23-25)
  • Mosca: Khaletskaia n.e., Pipunyrova 2, Romanova 2, Goncharova 12, Enina 6, Bibina (L), Lyubushkina n.e., Anufrienko 1, Fetisova 7, Polyakova n.e., Krotkova 10, Simonenko (L) n.e., Vasileva 10, Begic. All. Ushakov.
  • Novara: Imperiali (L) n.e., Herbots 4, Montibeller 1, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 10, Chirichella 11, Hancock 1, Bonifacio, Washington n.e., Costantini n.e., D'Odorico, Daalderop 15, Karakurt 14. All. Lavarini.

Highlights: Dinamo Mosca-Novara 0-3

* * *

Rivivi Dinamo-Novara in VOD (Contenuto premium)

Premium
Pallavolo

Dinamo Mosca - Igor Gorgonzola Novara

01:37:51

Replica
Serie A1 femminile
Coach Lavarini rinnova con Novara fino al 2024
16/05/2022 A 17:04
Serie A1 femminile
Chirichella rinnova con Novara: super-coppia con Danesi?
07/05/2022 A 09:08