Il sogno di bagnare l'esordio in CEV Champions League con un'impresa è rimasto a lungo vivo nella mente della Vero Volley Monza. A Istanbul serve però la perfezione per regolare il VakifBank di coach Guidetti, squadra del decennio e finalista della scorsa stagione, e oggi Anna Danesi e compagne non l'hanno trovata con continuità. Al netto di una ricezione che ha costretto, spesso e volentieri, Alessia Orro a non poter giocare veloce al centro, la squadra di coach Gaspari ha regalato qualcosa di troppo alle padrone di casa, incassando così il k.o. per 1-3. Isabelle Haak è stata l'autentica trascinatrice di una squadra costruita, anche quest'anno, non solo per vincere, bensì per dominare in ambito europeo. L'opposto svedese, affinatasi in Italia alla Savino Del Bene Scandicci, ha chiuso con 35 punti e il 59% in attacco, ma un ruolo fondamentale lo hanno avuto anche Gabriela Braga Guimaraes (15), quest'ultima specialmente nel decisivo break di 15-5 del 4° set, e Michelle Bartsch-Hackley. A Monza non sono così bastati i 16 punti di Hanna Davyskiba, anche se la promettente stellina bielorussa ha sofferto non poco in ricezione - ma del resto Monza ha chiuso col 29% di eccellenza di squadra - ed è andata un po' fuorigiri in alcuni frangenti del match.
Grande occasione per tutti gli appassionati di sport e in particolare di volley: dal 18 al 30 novembre l’abbonamento annuale a Discovery+ ha un prezzo speciale, 29.90€ anziché 69.90€, ed è un vantaggio riservato ai tifosi che ci seguono sulle nostre piattaforme ed accessibile solamente aquesto link.

Davyskiba incontenibile: prima la bomba, poi il pallonetto

CEV Champions League Women
Conegliano, Monza e Novara in diretta TV e LIVE-streaming
IERI A 15:32
Sarebbe stata un'autentica impresa quella della Vero Volley Monza sul campo della "squadra del decennio". E, da come era iniziato il match, sembrava poter maturare eccome. Alessia Orro e compagne hanno infatti approcciato questo esordio europeo con la sfrontatezza tipica di chi sa di valere il massimo livello della competizione, senza peraltro dover nutrire alcun timore reverenziale nei confronti di pallavoliste abituate a vincere, anche e soprattutto in Europa. Nonostante una ricezione deficitaria già nel 1° set (26% di eccellenza), la squadra di coach Gaspari ha infatti dominato a muro ed è stata estremamente precisa e ficcante dai nove metri, mettendo in crisi un VakifBank apparso comunque contratto. La scelta di iniziare con Lisa Van Hecke titolare, al posto di Magdalena Stysiak, ha pagato enormi dividendi fintantoché Orro è riuscita a mascherare i problemi in ricezione con una varietà impressionante di alternanza tra gioco veloce al centro e aperture per i posti 2 e 4. Quando però la palleggiatrice della Nazionale non è più riuscita in tale impresa, Monza ha faticato moltissimo. Dall'altra parte della rete, Cansu Ozbay non ha avuto dubbi nell'affidare oltre il 40% degli attacchi a una spaziale Haak, autrice delle giocate che sono valse non solo la rimonta e il dominio nel 3° set (25-16), ma anche la vittoria. Insieme a lei, "Gabi" ha martellato nel momento clou della rimonta, piazzando diagonali senza logica alcuna, se consideriamo il punto di impatto della sfera e lo rapportiamo alla sua altezza/elevazione. La chiamano extra o intra rotazione del polso, qualcosa che Elena Pietrini ci ha ben mostrato durante il trionfale Europeo di qualche mese fa.

Vince il VakifBank Istanbul, ma Monza vende cara la pelle

C'è chi scriverà di rammarico, ma anche chi affronterà questo k.o. con la lucidità necessaria per valutare la bontà di questa Vero Volley. La squadra c'è, senza dubbio. La sana irriverenza sportiva, anche. Manca sicuramente malizia nei momenti chiave di queste partite, così come difetta ancora la capacità di giocare prima contro i propri errori, anziché contro le avversarie. I passaggi a vuoto di Davyskiba e Stysiak ne sono la controprova numerica. Non per questo, però, bisogna affrontare questa sconfitta con l'irrazionalità propria di chi pretende che la Champions League debba essere sostanzialmente eguale, in termini di gioco espresso e risultati ottenuti, alla trionfale CEV Cup dello scorso anno. Monza è attrezzata, a 360°, per passare alla fase successiva quale una delle tre migliori terze, ma anche per compiere l'impresa - stavolta sì - davanti al pubblico amico dell'Arena nel ritorno di questa rivalità. Intanto, le atlete di coach Gaspari hanno messo un punto rosso e ben evidente sulla mappa geografica di questa Champions. Come a dire che per arrivare fino in fondo, si dovrà giocoforza fare i conti anche con Monza.

Il tabellino

VakifBank Istanbul - Vero Volley Monza 3-1 (23-25; 25-23; 25-16; 25-21)
  • Istanbul: Gulubay, Ozbay 2, Senoglu 1, Aykac (L), Akman 1, Ogbogu 11, Gurkaynak, Gabi 15, Haak 35, Boz, Bartsch-Hackley 14, Acar (L) n.e., Cebecioglu n.e., Gunes. All. Giovanni Guidetti.
  • Monza: Lazovic 12, Stysiak 7, Boldini, Gennari n.e., Van Hecke 7, Orro 1, Mihajlovic (L) n.e., Parrocchiale (L), Danesi 8, Zakchaiou 2, Davyskiba 16, Candi 6, Moretto n.e., Negretti. All. Marco Gaspari.

Highlights: VakifBank Istanbul-Monza 3-1

* * *

Rivivi la sfida Istanbul-Monza in VOD (Contenuto premium)

Premium
Pallavolo

VakifBank Istanbul - Vero Volley Monza

02:36:59

Replica
CEV Champions League Women
CEV Champions League (F): le indicazioni della 1ª giornata
26/11/2021 A 12:17
CEV Champions League Women
Highlights: VakifBank Istanbul-Monza 3-1
24/11/2021 A 21:02