Prova di forza dell'Itas Trentino di coach Angelo Lorenzetti. I gialloblù schiantano infatti 3-0 l'AS Cannes Dragons e si prendono di forza il 2° posto in solitaria nella Pool E, anche perché ieri il Fenerbahce ha incassato risultato identico dalla Sir Sicoma Monini Perugia. Il club francese, allenato da Nikola Matijasevic dopo l'esonero di coach Dileo, si trova in una situazione tragicomica - tra addii eccellenti, specie quello di Gabriele Nelli, appena passato a e impossibilità di trovare solidi tatticismi - e non può sostanzialmente competere al livello, necessario e richiesto, per espugnare una fortezza quale la BLM Group Arena. A impressionare non sono tanto i soli 39 punti realizzati dal Cannes (11 errori dell'Itas, 5 in battuta) o l'ora di gioco necessaria all'Itas per archiviare la pratica francese, ma anche e soprattutto la coralità di una formazione giovanissima eppure già devastante, diretta peraltro alla perfezione da Riccardo Sbertoli. Il palleggiatore ex-Milano si è confermato anche oggi a suo agio nel servire una coppia di centrali fortissima, confermando le scelte diverse rispetto a Simone Giannelli: se l'ex-gialloblù, oggi titolare di Perugia, ama di più le aperture in posto 2 e 4 e la ricerca della pipe, Sbertoli sta invece mostrando di avere naturale predilezione nel gioco veloce al centro, non solo con la 7 spinta. Non mancano ovviamente neppure le grandi alzate per i propri schiacciatori, tra cui un Daniele Lavia sempre più imprescindibile e un Alessandro Michieletto debordante, quando decide di forzare seriamente col braccio.

Meraviglioso colpo no-look in parallela per Michieletto

Questo 3-0 sarà sicuramente considerato, da qualcuno, poco più che un allenamento per l'Itas. Sistemando però gli occhiali e centrando il focus, questa netta vittoria rappresenta però un ulteriore step nel percorso di crescita dei ragazzi allenati da Angelo Lorenzetti, il quale oggi riesce a ridare nuovamente spazio anche a Giulio Pinali, con l'opposto che firma i punti decisivi nel 3° set. Nella Trento di questa sera funziona praticamente tutto, a cominciare dall'efficacia in battuta: 9 ace - a fronte di 5 errori - e la ricezione del Cannes costantemente sotto pressione, con Wyllan Annicette che "salta" più volte e concede davvero troppo, per questi livelli. Le attenuanti, per il giovanissimo schiacciatore francese non mancano di certo, data la giovanissima età (classe 2000) e la pressoché inesistente esperienza europea, eppure Annicette è l'anello debole di una catena che non funziona praticamente mai, neppure quando coach Matijasevic decide di schierare il doppio libero nel sestetto. Se nel primo fondamentale del volley contemporaneo l'Itas è perfetta, a muro è spaziale. 11 muri-punto, una marea di attacchi avversari sporcati e un'invadenza - senza mai commettere invasione - nella metà campo avversaria che lascia senza parole. Il fondamentale a rete è un punto di forza dei gialloblù, non solo per la presenza del duo Lisinac-Podrascanin, ma anche per il senso della posizione di Sbertoli e Matey Kaziyski, oltre allo strapotere atletico di Alessandro Michieletto.
CEV Champions League
CEV Champions League (M): le indicazioni della 4ª giornata
12 ORE FA

Magia di seconda per Sbertoli, che apre così la sfida con Cannes

Il giovanissimo schiacciatore azzurro si vede a intermittenza, ma quando decide di dare spettacolo è inarrestabile. Due ace consecutivi per spegnere sul nascere i sogni di gloria ospiti nel 3° set; colpi no-look in parallela che fanno sussultare la BLM Group Arena; e la solita, immensa, solidità in ricezione. 100% di positività e 33% di eccellenza in seconda linea, 50% in attacco e 11 punti, miglior marcatore del match. Sarebbe lui l'MVP, se non fosse che "dimenticare" i centrali e le loro variazioni dai nove metri, oltre al solito lavoro in 1° tempo e muro, equivarrebbe a commettere un delitto di lesa maestà, mentre non premiare Sbertoli significherebbe capire davvero poco di pallavolo. Il palleggiatore chiude infatti con 7 punti - 2 ace e 3 muri-punto - e conferma di avere saldamente tra le mani le redini di questa Itas: tanto gioco al centro, indubbiamente, ma anche molta versatilità nel tenere in ritmo qualsiasi bocca da fuoco e perfetto senso della posizione a muro.

Ace spaziale di Sbertoli: incrocio delle linee!

Il tabellino

Itas Trentino - AS Cannes Dragons 3-0 (25-13; 25-13; 25-13)
  • Trentino: Kaziyski 6, D'Heer 1, Michieletto 11, Sbertoli 7, Cavuto n.e., Pinali 5, Albergati, Lavia 9, Zenger (L), Podrascanin 9, Lisinac 9, Sperotto n.e., De Angelis (L) n.e. All. Lorenzetti.
  • Cannes: Batak, Gruvaeus 6, Bregent 1, Tschupp, Sossenheimer, Klyamar, Gelinski, Koncilja 9, Demiryurek (L), Annicette 3, Battelli, Mouiel (L), Wendt, Cveticanin 9. All. Matijasevic.

Highlights: Trentino-Cannes 3-0

* * *

Rivivi la sfida Trentino-Cannes in VOD (Contenuto premium)

Premium
Pallavolo

Itas Trentino - Cannes Dragons

01:16:40

Replica
CEV Champions League
Highlights: Fenerbahce-Trentino 0-3
26/01/2022 A 21:22
CEV Champions League
Michieletto domina a rete: tre muri-punto di fila!
26/01/2022 A 18:30