Arriva la prima sconfitta per l’Italia agli Europei 2019 di volley maschile, gli azzurri sono stati superati dalla Francia per 3-1 (25-22; 22-25; 25-21; 25-22) dopo 118 minuti di una contesa molto intensa e appassionante che si è decisa soltanto sui piccoli dettagli. La nostra Nazionale, reduce da quattro vittorie consecutive, è incappata in uno stop contro i padroni di casa a Montpellier e ha chiuso il girone al secondo posto: il piazzamento nel raggruppamento porta dunque in dote l’ottavo di finale contro la Turchia (domenica 22 settembre alle ore 17.00 a Nantes) e poi l’eventuale quarto di finale contro la vincente di Francia-Finlandia, ci potrebbe dunque essere un ulteriore scontro diretto contro i Galletti sulla strada che conduce verso la semifinale verosimilmente da giocare contro la Serbia.
L’Italia ha brillato a tratti ma è purtroppo incappata in un alcuni black-out nei momenti cruciali di terzo e quarto set quando si trovava in vantaggio, qualche disattenzione di troppo per i ragazzi del CT Chicco Blengini che è costata davvero molto cara. Si sono distinti l’opposto Ivan Zaytsev (21 punti, 49% in attacco) e lo schiacciatore Osmany Juantorena (16, 54%), ma i centrali hanno sofferto molto in fase offensiva (da evidenziare comunque i quattro muri a testa di Matteo Piano e Davide Candellaro) e la regia di Simone Giannelli ha sofferto una ricezione non ottimale oltre al fatto che Oleg Antonov (8) e Filippo Lanza (4) hanno faticato a ingranare di banda. La Francia ha ritrovato Earvin Ngapeth dopo le assenze nelle prime quattro uscite, l’ex schiacciatore di Modena ha chiuso da top scorer (15 punti) ma il palleggiatore Benjamin Toniutti ha ottenuto il massimo anche dall’opposto Stephen Boyer (13), dai centrali Nicolas Le Goff (14) e Barthelemy Chinenyeze (13).
Europei Pallavolo
Italia-Bulgaria 3-1, gli azzurri vincono il primo vero test: ora il big-match contro la Francia
17/09/2019 A 19:59

La cronaca

Avvio equilibrato di primo set, Zaytsev si fa vedere con un pallonetto e con un ace (5-4), poi gli azzurri provano ad allungare: pipe di Antonov, contrattacco di Zaytsev e muro di Piano per il 9-6. La nostra Nazionale sembra in totale controllo dell’incontro, Zaytsev è indemoniato e Piano zittisce Ngapeth con una stampatona delle sue (12-8) ma due stoccate di Boyer e due aces consecutivi di Ngapeth valgono il pareggio a quota 13. Si prosegue punto a punto con lo Zar che si carica la squadra sulle spalle (18-18), i transalpini provano a strappare col primo tempo di Chinenyeze e il mani fuori di Ngapeth ma Juantorena si inventa un diagonale e un muro (20-20). Zaytsev si imballa proprio sul più bello: sbaglia un attacco e viene murato per due volte consecutive (21-24), Boyer chiude agevolmente con un mani fuori.
L’Italia è frastornata all’inizio del secondo parziale e finisce sotto per 1-4: Candellaro sbaglia il servizio, Juantorena viene murato e Ngapeth si inventa un magico ace. La Pantera e lo Zar trovano due bei vincenti per risvegliarsi e Clevenot sparacchia fuori concedendo il pareggio a quota 5. La prima svolta arriva col muro di Candellaro su Boyer, lo stesso opposto commette due errori consecutivi e Antonov piazza l’ace del 12-8. I ragazzi di Blengini salgono in quota, Brizard sbaglia dai nove metri e poi viene fischiata un’accompagnata a Le Goff prima dell’ace di Candellaro per il 15-9. L’Italia conserva aggevolmente un buono vantaggio con Antonov che si mette in luce con una pipe e un mani fuori (19-14) ma i padroni di casa non mollano la presa e si portano a -2 dopo con una pipe di Tillie e una fiondata di Boyer (22-20). I transalpini si avvicinano ulteriormente dopo un’invasione di Juantorena (23-22) ma è la stessa Pantera a chiudere i conti con un diagonale e un ace.
L’Italia soffre ancora una volta nei primi frangenti del terzo set, viene fischiata un’accompagnata a Piano e poi Zaytsev viene murato in seguito a un fantasmagorico recupero di Grebennikov, poi l’ace di Ngapeth vale il 5-2. La nostra Nazionale non demorde e impatta a quota cinque dopo la pipe di Antonov, un mani fuori dello Zar e un palleggio errato di Brizard. Boyer affonda la parallela e Candellaro si fa murare il primo tempo ma lo stesso centrale si riscatta con un pallonetto, poi Boyer attacca sull’asta e Piano stampa Ngapeth per il sorpasso (11-10). Lotta punto a punto davvero serrata, la nostra Nazionale risce a trovare un break cruciale con un errore di Tillie e una sassata di Zaytsev (17-15) ma successivamente i ragazzi di Blengini incappano in un black-out: due errori dello Zar, due muri subiti da Antonov e ace di Tillie per il 20-17 per i Galletti. Gli azzurri spariscono praticamente dal campo, Chinenyeze è implacabile in primo tempo e Juantorena viene murato (22-18), a quel punto la Francia deve soltanto amministrare e Le Roux chiude con un primo tempo.
Battaglia tra Juantorena e Tillie in avvio della quarta frazione (4-4), poi fa tutto lo Zar: mani fuori stellare per il break (6-4), poi due errori che regalano il pareggio a quota 6. Lanza fatica a entrare in partita: errore al servizio, attacco in tribuna da metà campo e ingenuità in ricezione per il +2 dei transalpini (10-8). Juantorena tiene a galla l’Italia con due mani fuori e un diagonale (11-11). I ragazzi di Blengini creano un solco importante sfruttando al meglio i muri di Candellaro e Zaytsev seguiti dal vincente di Lanza (16-13). Lanza inizia a ingranare con due attacchi di spessore (18-15) ma la botta di Lyneel e un errore di Pippo rimettono in gioco i transalpini (18-17) ed è lo stesso Lyneel a operare il sorpasso con due pipe di qualità (20-19). Juantorena subisce un muro ma Anzani tiene a galla gli azzurri (20-21), i Galletti se ne vanno via con due fiammate di Le Goff (20-23) e Tillie chiude con un mani fuori.
Pallavolo
Matteo Piano, che sfortuna! Lesione al legamento crociato del ginocchio, stagione addio
22/10/2019 A 16:22
Europei Pallavolo
La Serbia piega la Francia 3-2 al tie-break e vola in finale contro la Slovenia
27/09/2019 A 22:20