L’Italia ha triturato la Germania con uno schiacciante 3-0 e si è qualificata alle semifinali degli Europei 2021 di volley maschile. La nostra Nazionale è risultata impeccabile a Ostrava (Repubblica Ceca), ha annichilito il sestetto guidato da coach Andrea Giani e si è meritatamente guadagnata il passaggio del turno, infilando la settima vittoria consecutiva in questa rassegna continentale. Gli azzurri si sono così regalati la sfida contro la Serbia, in programma sabato 18 settembre (ore 17.30), a Katowice (Polonia): si preannuncia un confronto stellare contro i Campioni d’Europa, Simone Giannelli e compagni hanno comunque tutte le carte in regola per giocarsela alla pari contro la quotata formazione balcanica. Nel frattempo il CT Fefé De Giorgi, ai microfoni di Rai Sport, analizza il raggiungimento di un traguardo che mancava da 6 anni.
"L’Italia ha qualità. Lo sapevamo, stiamo cercando di farle vedere. I ragazzi hanno disputato una partita di grande attenzione contro un avversario pericoloso in diversi fondamentali. Sono contento, siamo felici perché in poco tempo abbiamo messo il massimo per arrivare a questo punto: mancavamo un po’ dalle finali a quattro, ora andiamo a giocarci questa semifinale.Stiamo crescendo come gioco, siamo molto focalizzati sulle cose che sappiamo fare e poi i ragazzi si aiutano molto all’interno, c’è un buon feeling, si aiutano nei momenti di difficoltà. Non è questione di effetto sorpresa, anche quando andremo a giocare questa semifinale, con grande gusto, dovremo pensare a fare le nostre cose. I serbi fondamentalmente sono forti come squadra. Quando si gioca una semifinale si gioca per vincere e ognuno mette quello che ha".
Europei Pallavolo
Il Pagellone dell'Italvolley: Giannelli e Michieletto irreali
14 ORE FA

Capitan Giannelli: "Contro la Serbia con umiltà e determinazione"

Dopo sei anni trovarmi nuovamente a giocare una semifinale europea è una sensazione davvero fantastica; io all’epoca c’ero quindi so quanto sia difficile centrare un obiettivo simile in Europa. Ora siamo qui dopo aver intrapreso una strada non certo semplice, ma posso solo dire di essere davvero orgoglioso di tutti i ragazzi perché stiamo affrontando il torneo con la mentalità giusta. So già che ora torneremo in albergo e staremo tranquilli continuando a fare le nostre cose ben concentrati e consapevoli del nostro cammino. Dobbiamo rimanere umili perché ora andremo ad affrontare i campioni in carica; ma allo stesso tempo rimaniamo determinati perché arrivati a questo punto vogliamo giocarci le nostre carte consapevoli delle nostre capacità e possibilità. Stasera abbiamo giocato una buona pallavolo facendo sempre la nostra partita e ben concentrati sui nostri obiettivi e le nostre peculiarità".

Michieletto: "Siamo una famiglia, la squadra fa la differenza"

Europei Pallavolo
Italia-Slovenia 3-2, rivivi la finale che ha regalato l'oro europeo
UN GIORNO FA
Europei Pallavolo
Immensa Italia: campioni d’Europa dopo 16 anni, Slovenia ko
IERI A 18:20