Oro europeo, trionfo in VNL. L'Italvolley affronta i Mondiali sulla spinta di un doppio successo che ha ricostruito gruppo e spirito dopo la bruciante eliminazione nei quarti di finale di Tokyo 2021 contro la Serbia. Si comincia domani, sabato 24 settembre, con l'esordio nel Gruppo A contro il Camerun. Seguiranno poi i match con Portorico, Belgio, Kenya e Olanda, prima di una seconda fase a gironi tra le migliori quattro classificate di ogni raggruppamento. Infine, tra l'11 e il 15 ottobre, la fase a eliminazione diretta, a partire dai quarti di finale.
Miriam Sylla sarà in campo per la prima volta con i gradi di capitano, giusto riconoscimento per un passato recente di grandi miglioramenti e successi a livello di club e nazionale. Come diverse ragazze nel roster di coach Mazzanti, Sylla era già in azzurro anche quattro anni fa, quando l'Italia perse la finale per l'oro al quinto set contro la Serbia. Ecco le sue impressioni raccontate in un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport.

Una Sylla differente rispetto a quattro anni fa

Mondiali donne
Mondiali 2022, quando gioca l'Italia? Calendario e orari
19/09/2022 ALLE 10:36
"Rispetto a quattro anni fa sono più grande e mi stanno venendo un po' di rughe. Ma a parte le battute è aumentata l'esperienza. Quattro anni fa non avevo fatto così tante partite in competizioni di questo tipo. Ho giocato tante partite importanti sia con la Nazionale che con Conegliano. Sono molto cambiata a livello di consapevolezza personale, anche nell'energia che ci metto. Ho imparato a gestirla anche a livello emotivo. O almeno, me lo auguro. Il ruolo da capitano non credo cambi molto".

Miriam Sylla festeggia un punto durante Italia-Ungheria, Europei 2021 di pallavolo

Credit Foto Getty Images

Italia favorita? Forse sì, forse no

"Arriviamo da favorite? Mah, questo lo dite voi. Noi non pensiamo a queste cose. Poi le squadre forti sono diverse. La Serbia senza Boskovic e tante nuove giocatrici è arrivata terza in Nations League. Gli USA hanno un bacino così grande che, come pescano, fanno bene. Poi Turchia, Brasile, Cina, Giappone. Le squadre forti sono tante qui".

Come gestire la pressione mediatica e sui social

"Pressione social? Diciamo che ognuna si regola da sola. Non so se guarderò quello che sarà scritto. In questo momento sto postando un po' di meno, ma solo perché non ne ho voglia. Non l'ho fatto neanche durante le vacanze. Ho fatto la prima vacanza vera dopo anni in un posto bellissimo come le Maldive, mi sono concentrata sul godermela completamente. Poi dipende sempre dal carattere di ognuna. Tanto, come fai per gli altri sbagli. Quindi meglio regolarsi ognuna sulla propria percezione".

Chirichella: "C’è grande consapevolezza, non sarà come Tokyo 2020"

Pallavolo
Italia, ora sei grande! Quanto talento tra le Azzurre
18/07/2022 ALLE 10:47
Nations League femminile
L'Italia supera 3-1 la Corea e vola alle Final Eight
01/07/2022 ALLE 15:38