L'Italvolley maschile conclude la Week 2 di Volleyball Nations League con un altro, grande, successo. Gli Azzurri surclassano infatti 3-0 la Cina, trascinati da un Daniele Lavia in stato di grazia. Lo schiacciatore dell'Itas Trentino chiude infatti con 22 punti (3 ace, 3 muri-punto), mostrando lampi incredibili di talento e dominando in attacco con una serie di colpi tanto spettacolari quanto efficaci. Tra diagonali da posto 4, pallonetti spinti molto intelligenti e pipe con partenza tra posto 1 e 6, Lavia manda in tilt tutta la difesa cinese e si prende il meritatissimo riconoscimento di MVP della sfida.
In quello che è il 6° successo dell'Italia in questa VNL 2022, brillano però anche il talento di Simone Giannelli e i voli difensivi di Fabio Balaso. Il palleggiatore della Sir Safety Conad Perugia gestisce come sempre a meraviglia il gioco della Nazionale, distribuendo equamente le alzate e "cavalcando" al meglio i momenti di forma dei suoi compagni, specie quelli di Lavia e Giulio Pinali (15 punti), quest'ultimo titolare di posto 2 con riposo per Yuri Romanò. Il libero è invece spettacolare nel difendere qualsiasi attacco cinese, volando con grandi dig e coperture che ne confermano l'assoluto valore, ormai tra i migliori al mondo nel ruolo. L'Italia domina nel fondamentale a rete (11 muri-punto, contro i 4 della Cina) e ritrova un po' di continuità col servizio (7 ace), tenendo peraltro benissimo in ricezione.

Intervista doppia Lavia-Sbertoli: Trentino, Nazionale e curiosità

Mondiali uomini
Generazione di Fenomeni, atto secondo: storia di un oro mondiale
12/09/2022 ALLE 14:23

La partita

Un altro 3-0, specie così netto, non può non essere una dimostrazione di forza dell'Italvolley, che chiude così in crescendo la Week 2 della VNL 2022. Per quanto la Cina abbia vinto soltanto due partite nella competizione - anche se spicca il loro 3-0 rifilato al Brasile il 12 giugno scorso - rimane comunque una nazionale molto particolare da affrontare. Gli inizi di 1° e 2° set lo dimostrano ampiamente: l'Italia parte un po' contratta, sbagliando ancora tanto dai nove metri e mettendoci qualche scambio per trovare continuità in attacco. Quando riesce a farlo, la squadra di coach Giolito è però inarrestabile, trovando peraltro protagonisti diversi per scardinare la difesa cinese e realizzare i break decisivi ai fini dell'allungo verso la conquista dei parziali. La ricezione Azzurra stavolta tiene molto bene, dopo le evidenti difficoltà mostrate nel k.o. 2-3 col Giappone, e soltanto Alessandro Michieletto "salta" qualche volta sul servizio salto-flot dei centrali avversari. Il momento di forma del fenomenale schiacciatore classe 2001 non è dei migliori, ma il talento di Michieletto è comunque sempre preziosissimo: in questa sfida risulta evidente nelle grandi coperture sui muri incassati dai compagni, oltre che in una buona continuità nel primo fondamentale contemporaneo, quello dai nove metri.
Coach Sheng Wu cambia molto nel suo 6+1, specie nel ruolo di opposto. Zhang Guanhua prova così a essere devastante in uscita dalla panchina, realizzando ben 9 punti nel 2° set, ma la Cina non può opporsi allo strapotere pallavolistico di Lavia (10 punti nella stessa frazione). Lo schiacciatore firma 3 ace di fila e svolta il set, prima di dominare a muro e in pipe, trovando in Pinali un fidato scudiero per scavare il solco e portare l'Italvolley sul 2-0. Il 3° parziale diventa così quasi un puro esercizio di stile per gli Azzurri, che allungano fino al 15-8 nonostante la girandola di cambi decisa da coach Giolito per far toccare il taraflex della Smart Araneta Coliseum di Quezon City anche ai pallavolisti meno impiegati durante questa Week 2. Adesso un po' di riposo per tutto il gruppo tricolore, che si ritroverà a breve per un altro collegiale in vista dell'ultima settimana di gare, in programma a Danzica. L'Itavolley calcherà nuovamente il taraflex il 5 luglio 2022, per la sfida con la Bulgaria in programma alle ore 17:00 Italiane, ricordando che comunque gli Azzurri sono già certi della qualificazione alle Final Eight di questa VNL (dal 20 al 24 luglio, a Casalecchio di Reno) in quanto nazione ospitante. Potrebbe essere l'occasione giusta anche per rivedere Ivan Zaytsev con la maglia della Nazionale.

Il tabellino

Italia - Cina 3-0 (25-21; 25-18; 25-19)
  • Italia: Pinali 15, Ricci, Cavuto n.e., Michieletto 9, Giannelli 5, Balaso (L), Sbertoli 1, Bottolo 2, Galassi 4, Lavia 22, Romanò n.e., Anzani 5, Piccinelli (L), Mosca n.e. All. Giolito.
  • Cina: Y. Yang (L), B. Zhang, Yuantai Yu 1, Yaochen Yu 2, T. Yang (L), Li 6, Jiang, Peng 4, H. Wang 1, J. Wang 2, Yuan n.e., G. Zhang 11, Miao n.e., J. Zhang 11. All. Sheng.

EGONU, CHE EMOZIONE: SFILA CON LA BANDIERA A CINQUE CERCHI

Mondiali uomini
Sergio Mattarella incontra gli Azzurri: "Una serata indimenticabile"
12/09/2022 ALLE 12:51
Mondiali uomini
Italia da urlo! Rivivi l'oro mondiale in 200 secondi
12/09/2022 ALLE 09:09