"Sarai sempre nei nostri cuori".Paola Egonu saluta così l'amato nonno su Instagram. La pallavolista azzurra gli dedica un messaggio breve ma pieno di significato: "My home, my family, my culture". Tanti i messaggi di vicinanza per una campionessa da sempre legata alle sue radici.
In un'intervista alla Gazzetta dello Sport del 2017 si faceva riferimento a papà Ambi e mamma Sunday, ai due fratelli, Andrea e Angela, ai tredici zii di cui una suora in Vaticano, agli innumerevoli cugini e al nonno capo tribù in Nigeria. Paola Egonu rivelò:
Pallavolo
Mondiali U21, Azzurri alla 2ª fase in attesa di Michieletto
12 ORE FA
"Certo, mio nonno ha un ruolo molto importante nella nostra famiglia/comunità. Il nostro villaggio è un cerchio con la casa della mia famiglia al centro. Tutte le altre case sono state costruite intorno, collegate a quella di mio nonno. Lui è la persona più importante; tutti vanno a chiedergli un consiglio, passano da lui per celebrare i momenti importanti. Tutto passa sempre attraverso di lui. Quando il nonno ha conosciuto mia nonna erano poveri ma voleva che i figli studiassero. Mio padre, il primogenito, a 20 anni si è preso il rischio di uscire dalla Nigeria per aiutare il resto della famiglia. Adesso stanno tutti bene e ognuno ha la propria casa. A proposito, lo sai che mio nonno ha una visione un po' 'fissa' della vita? Lui pensa che le ragazze non dovrebbero portare pantaloncini troppo corti e, infatti, gli dà fastidio l'abbigliamento pallavolistico".

EGONU, CHE EMOZIONE: SFILA CON LA BANDIERA A CINQUE CERCHI

Pallavolo
Infortunio al ginocchio per Sylla: diagnosi e tempi di recupero
IERI A 16:19
Europei Pallavolo
Italvolley, dai gironi all'oro: il film del trionfo all'Europeo
21/09/2021 A 13:01