La Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano ritorna a essere il dream team che aveva incantato il mondo fino a qualche mese fa, macinando record su record, e ipoteca lo Scudetto 2021-22, surclassando 3-0 la Vero Volley Monza in gara-3 di finale. Le Pantere di coach Daniele Santarelli impiegano sostanzialmente un set per prendere le misure alle rosablù di coach Gaspari e poi scappano via giocando una pallavolo ai limiti della perfezione, specialmente nel 2° parziale. Dopo aver lottato per un set, perso peraltro dopo essere state avanti 18-21, Anna Danesi e compagne si sciolgono come neve al sole dalla frazione successiva in avanti. La correlazione muro-difesa di Conegliano è indubbiamente spettacolare, ma Monza non riesce praticamente mai a fare male col primo fondamentale contemporaneo, la battuta, e contestualmente soffre tremendamente in ricezione, incassando 7 ace.
La Vero Volley paga dazio anche nel fondamentale a rete, dal momento che l'Imoco realizza ben 9 muri-punto e, specialmente con "the Queen" Robin De Kruijf (10 punti con 3 muri), sporca tantissimo gli attacchi avversari, come testimoniato soprattutto dal 21% in attacco con cui Monza chiude il 2° set. Questo 3-0 dimostra anche quanto sia falsa la tesi di un'Imoco Egonu-dipendente. L'opposto della Nazionale gioca la solita partita (17 punti), fatta di altezze siderali, diagonali nei 3-4 metri e tanta classe coi pallonetti tattici, ma non ha bisogno di strafare come successo, ad esempio, in gara-2 di semifinale contro Scandicci. Tutto ciò perché Joanna Wolosz può giocare spesso con palla in mano e servire qualsiasi compagna, trovando ottime risposte dalla miglior Kathryn Plummer di questa serie (14 punti) e dalla coppia di centrali.

Egonu firma il break e porta Conegliano alle Super Finals!

CEV Champions League Women
Conegliano si rinforza: Gray e Lubian nuove Pantere
27/06/2022 A 15:23
Non ingannino il 25-23 del 1° set o il 25-22 del 2°, perché il 3-0 rifilato da Conegliano a Monza è più netto di quanto possano far pensare questi parziali. La squadra di coach Gaspari approccia la sfida con la solita coralità, trovando in Lise Van Hecke un terminale offensivo di riferimento e tenendo in gara le padrone di casa soltanto per una serie impressionante di errori (9 nel set) a fronte di un 57% in attacco che, contro qualsiasi altra avversaria, avrebbe significato set portato a casa. Qualsiasi ma non questa versione di Conegliano, molto vicina al dream team che ha rullato qualsiasi avversaria in CEV Champions League e che si è conquistato la Super Final di Lubiana (22 maggio 2022) contro il VakifBank (e il club di Guidetti è sotto 1-2 nella finale turca col Fenerbahce). Ritrovata Plummer, oggi molto più solida anche in ricezione, oltre che dominante da posto 2 con l'extra-rotazione del colpo in diagonale alternata a sapienti parallele, l'Imoco offre un'impressionante prova di forza nel set centrale, tenendo al 21% in attacco e al 19% di eccellenza in ricezione le avversarie. Coach Gaspari prova allora le staffette tra varie giocatrici, ma le tutt'altro che perfette condizioni fisiche di Alessia Gennari e Magdalena Stysiak rendono decisamente corta la coperta rosablù nel momento in cui le titolari non passano più in attacco.

Lo stupendo esordio europeo di Jordan Larson con Monza

Sul 2-0 per le Pantere, la sfida sembra praticamente finita e il 3° set pare destinato a risultare pura formalità. Monza dimostra però, ancora una volta, di essere squadra vera, capace di oltrepassare le evidenti difficoltà e tenere aperta una frazione anche dopo un'incredibile batosta presa nel set precedente. Aggrappata al talento di Jordan Larson, la Vero Volley prova l'allungo nel momento in cui la tensione di Conegliano cala drasticamente, non avendo però quelle energie necessarie per riaprire gara-3 nel modo in cui ci era riuscita durante il primo atto di questa finale. L'Imoco fiuta l'occasione e non se la fa certo scappare: 6-0 di parziale per passare dal 13-15 al 19-15 e chiudere definitvamente i conti, con Egonu ovviamente protagonista. Martedì 10 maggio 2022, nella cornice di un'Arena sold-out, Conegliano potrebbe così vincere il 5° Scudetto della sua giovanissima storia, il 4° consecutivo. Un'impresa che, nell'albo d'oro della Serie A1 femminile, manca dalla metà degli anni '90, quando a riuscirci fu il Volley Bergamo (1995-1999). Attenzione però a dare per scontato l'esito del 4° atto di questa finale, poiché Monza ha mostrato anche oggi di avere molte carte in regola per sparigliare il tavolo verde o, meglio, il taraflex. Certo, servirà osare di più - ed essere più efficaci - dal servizio e non patire blackout come successo al PalaVerde.

Monster-block di Paola Egonu su Jordan Larson

Il tabellino

Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano - Vero Volley Monza 3-0 (25-23; 25-12; 25-22)
  • Conegliano: Caravello, Plummer 14, Courtney, De Kruijf 10, Folie 6, Omoruyi n.e., De Gennaro (L), Vuchkova n.e., Frosini n.e., G. Gennari 1, Wolosz 2, Sylla 8, Egonu 17, Bardaro (L) n.e. All. Santarelli.
  • Monza: Lazovic, Stysiak 5, Boldini n.e., A. Gennari, Van Hecke 9, Orro 1, Parrocchiale (L), Danesi 4, Rettke 3, Larson 8, Davyskiba 8, Candi, Moretto n.e., Negretti (L). All. Gaspari.

Highlights: Monza-Conegliano 0-3

CEV Champions League Women
Vero Volley Monza scatenata: ingaggiata anche Sylla
23/06/2022 A 12:17
CEV Champions League Women
Monza si rinforza in posto 2 con l'olimpionica Thompson
17/06/2022 A 12:34