Anche in questa domenica di Pasqua, lo spettacolo dei Playoff di Superlega 2021-22 non manca affatto. Nella cornice di un PalaPanini incandescente, la Sir Safety Conad Perugia di coach Grbic supera 3-1 i padroni di casa della Leo Shoes PerkinElmer Modena e rimette in parità (1-1) la serie di semifinale. Una partita bellissima, caratterizzata anche da scambi lunghissimi e da grandi show individuali, a cominciare da quello di Earvin N'Gapeth. Complice l'assenza per squalifica di Yoandy Leal, sostituito da Maarten Van Garderen nel 6+1 iniziale modenese, lo schiacciatore francese fa valere tutta la sua immensa classe e il suo versatile talento, offrendo una prestazione mostruosa a 360° e impreziosita da 23 punti (con 4 ace). Alla squadra di coach Giani non bastano però né il debordante N'Gapeth e neppure un'ottima prova nel primo fondamentale contemporaneo, quello dai nove metri.
Modena si districa infatti meglio nei turni in battuta, realizzando 8 ace a fronte di 19 errori, ma paga dazio quando c'è da lavorare a muro. I Block Devils - e mai soprannome fu più azzeccato - fanno la differenza nel fondamentale a rete, con un Sebastian Solé tarantolato, rifilando ben 18 muri-punto ai padroni di casa. Per Perugia sono però fondamentali anche altri due fattori. Innanzitutto, la pipe che Simone Giannelli e Matt Anderson (18 punti e 58% di eccellenza in attacco) confezionano con una sistematicità e una qualità impressionanti, specie nel momento in cui Wilfredo Leon resta quasi spettatore pagante (3 punti nei primi due set per il fenomeno cubano-polacco). A seguire, il cambio di rendimento dello stesso Leon a partire dal 3° set, frazione in cui lo schiacciatore comincia a martellare fin dalla battuta, senza dare scampo alla ricezione di Modena. Proteste dei Canarini per un doppio cartellino rosso - sventolato in faccia a Roberto Russo, centrale di Perugia, e al terzo allenatore modenese - che interrompe la serie al servizio di N'Gapeth e cambia l'inerzia di un 3° set che sembra in mano ai padroni di casa e si conclude, invece, sul 21-25 per la Sir.

Spaziale Wilfredo Leon: 3 ace di fila contro l'Itas!

Pallavolo
Le avversarie dei club italiani nel 1° turno di CEV Cup
28/06/2022 A 16:09
Andrea Giani deve fare di necessità virtù, essendo obbligato a sostituire Leal con l'olandese Van Garderen. La scelta forzata non paga però i dividendi sognati, più che sperati, tanto che, dal 3° set in avanti, il nuovo tecnico della Francia maschile chiama Swan N'Gapeth per un posto in banda. Il fratello di Earvin sfrutta molto bene lo spazio lasciato in parallela dal muro di Perugia, ma non può comunque evitare di cadere nei tentacoli della "piovra" Sir. Perugia domina infatti a rete, mettendo a referto ben 18 muri-punto contro i soli 4 di Modena: un numero impressionante, reso possibile dal grande lavoro della coppia formata da Giannelli (4) e Solé (6), col centrale argentino a limitare perfino Abdel-Aziz da posto 2 in diverse occasioni. La Leo Shoes PerkinElmer forza il servizio fin dalle prime battute di questa Gara-2, mandando spesso in tilt la ricezione ospite, e riesce anche a essere migliore nella correlazione muro-difesa, vincendo quasi tutti gli scambi lunghi di questa partita. La Sir sbaglia però meno in attacco e, soprattutto, non viene limitata quasi mai dai centrali di Modena.

Wilfredo Leon cerca il petrolio: bomba in diagonale!

A ciò, si aggiunge la fondamentale prestazione di Anderson. Lo schiacciatore statunitense, già certo di lasciare Perugia a fine stagione, soffre un po' in ricezione ma compensa con una pipe meravigliosa e tanta sostanza anche da posto 2-4. Non è un infatti un caso che sia proprio Anderson a firmare il 23-25 del 1° set e il 21-25 del 3°, peraltro con schiacciate tutt'altro che banali e semplici. Il resto lo fanno il doppio cartellino rosso, già citato, che spezza il ritmo della squadra di coach Giani in un 3° set di capitale importanza, oltre al repentino cambio di rendimento di Leon. Ai Canarini non basta così un Earving N'Gapeth in versione capopolo, capace di scaldare il PalaPanini con colpi ai limiti delle umane possibilità e di trascinare, insieme a Bruninho, tutto l'ambiente verso l'impresa del 2-0, che viene però stoppata dal muro avversario. Mercoledì 20 aprile 2022, alle ore 20:30 per Gara-3, Leal dovrebbe essere ancora assente e Modena necessiterà di un rendimento diverso dei suoi centrali. La sensazione è che la coppia della Sir sia meglio assortita e più performante, ma Daniele Mazzone e Dragan Stankovic hanno comunque orgoglio da vendere e vorranno metterlo sul taraflex del Pala Barton.

Il tabellino

Leo Shoes PerkinElmer Modena - Sir Safety Conad Perugia 1-3 (23-25; 25-22; 21-25; 21-25)
  • Modena: Bruno 3, Van Garderen 3, Gollini (L) n.e., Sanguinetti, Stankovic 4, S. N'Gapeth 6, E. N'Gapeth 23, Sala, Abdel-Aziz 19, Salsi n.e., Mazzone 7, Rossini (L). All. Giani.
  • Perugia: Anderson 18, Ricci 8, Dardzans n.e., Travica, Ter Horst, Giannelli 4, Rychlicki 12, Leon 15, Piccinelli (L) n.e., Solé 11, Russo n.e., Colaci (L), Plotntytskyi, Mengozzi n.e. All. Grbic.

Highlights: Trentino-Perugia 2-3, golden set 17-15

Pallavolo
Modena conferma Bruno, N'Gapeth e coach Giani
21/06/2022 A 15:56
SuperLega Uomini 2021-22
Vinci: "A Modena avrei portato un progetto nuovo e sostenibile"
15/06/2022 A 11:45