La Pantera smetterà di graffiare in Italia? A quanto pare, per sua stessa ammissione, sembra di sì. Osmany Juantorena ha infatti dichiarato a La Gazzetta dello Sport di voler tentare una nuova esperienza, al di fuori della comfort zone creatasi ormai alla Cucine Lube Civitanova. Tra meno di un mese comincerà l'ottavo anno da "cuciniere" per Juantorena, il quale ormai sembra appagato dai grandi successi ottenuti con la Lube e pronto a ricercare nuovi stimoli, ma solo al di fuori dell'Italia perché mai vestirebbe la maglia di un club italiano che non sia quello attualmente allenato da Chicco Blengini. Arrivato a Civitanova nell'aprile 2015, Juantorena ha vinto una Champions (2019, oltre al 2° posto del 2018 e ai 3° del 2016-17), il Mondiale per club (2019), tre Scudetti (2017, 2019, 2021) e altrettante Coppe Italia (2017, 2020, 2021). Palmarès impressionante, per un giocatore che, in carriera, vanta ben otto titoli internazionali (3 Champions e 5 Mondiali per club) e sedici nazionali, tra Italia e Turchia.
Ho maturato l’idea di andare via a fine stagione. Sono stanco, non è semplice trovare le motivazioni. Ho vinto tutto.

Che difese della Lube Civitanova! Poi ci pensa Yant Herrera

CEV Champions League
Civitanova, Perugia e Trento in diretta TV e LIVE-Streaming
IERI A 13:00
"Ho ancora un anno di contratto con la Lube, ma deciderò insieme alla società. Di sicuro non resterò in Italia perché non andrei mai in un club diverso da Civitanova. Dove mi piacerebbe andare? Magari in Asia. Giappone o Cina, vedremo". La dichiarazione arriva a pochi giorni dall'esordio della Lube nel Mondiale per club, competizione in cui la squadra di Chicco Blengini è stata invitata dopo la rinuncia dei campioni d'Europa dello ZAKSA. I cucinieri saranno infatti impegnati nel torneo mondiale a partire da mercoledì 8 dicembre, con la sfida all'UPCN San Juan Voley Club (club argentino) in programma per le ore 21:00 italiane. Alla manifestazione prenderà parte anche l'Itas Trentino, inserita però nella Pool B insieme a Sada Cruzeiro e Sirjan Foolad. Juantorena insegue proprio un record nel Mondiale per club: con un'altra affermazione, arriverebbe a sei trofei vinti in carriera, impresa mai riuscita ad altro pallavolista. "Le favorite sono tre: ci siamo noi, Trento e poi i brasiliani del Sada Cruzeiro. Credo che la squadra campione uscirà da questa triade".

Ace spaziale di Ricardo Lucarelli contro il Lokomotiv Novosibirsk

La Lube vorrà bissare il successo del 2019, anche se la condizione fisica di alcuni giocatori-chiave è deficitaria. Ivan Zaytsev ha riassaporato da pochissimo il campo, mentre lo stesso Juantorena non è al meglio: "Non sto al top, il problema sotto l’ascella destra non è completamente risolto e non riesco a spingere in attacco. Cercherò di dare una mano come posso. In battuta, in ricezione, se serve anche solo tifando. Se arriverà la vittoria la sentirò anche mia". Servirà allora la miglior versione dei giovanissimi Gabi Garcia Fernandez e Marlon Yant Herrera, per coadiuvare completamente il terzetto devastante formato da Luciano De Cecco, Riccardo Lucarelli e Robertlandy Simon.

Highlights: Civitanova-Lokomotiv Novosibirsk 3-0

Pallavolo
Milano, Piacenza e Trento alle Final Four di Coppa Italia
18/01/2022 A 09:48
CEV Champions League
CEV Champions League (M): le indicazioni della 3ª giornata
14/01/2022 A 10:04