Monza ha vinto la CEV Cup 2021 di volley femminile, la seconda competizione europea per importanza. Le brianzole avevano sconfitto il Galatasaray Istanbul per 3-0 nella finale d’andata disputata settimana scorsa, dunque avevano bisogno di conquistare due set nel match di ritorno in programma oggi nella metropoli turca. La trasferta al Burhan Felek Salonu non ha fatto tremare le ragazze di coach Marco Gaspari, capaci di imporsi nettamente nei primi due set (25-17; 25-19) e di chiudere immediatamente i conti contro un avversario mai in grado di impensierire la formazione italiana.
Si tratta di uno splendido risultato per il sodalizio presieduto da Alessandra Marzari, capace di portare il club ai vertici continentali. Dopo aver alzato al cielo la Challenge Cup 2019 (il terzo trofeo europeo), oggi la Saugella ha compiuto un ulteriore balzo in avanti e ha messo in bacheca un titolo di assoluto rilievo, che certifica la caratura internazionale raggiunta da Monza. Un’affermazione ampiamente meritata da parte delle rosablù, protagoniste di un’autentica cavalcata in questa kermesse, culminata con un netto successo contro un avversario di grande caratura e dotata di un certo pedigree storico.
Pallavolo
Nazionali di pallavolo lodate da Draghi: "Che orgoglio, mesi indimenticabili"
5 ORE FA
Questo è il quattordicesimo sigillo di una squadra italiana in CEV Cup, il nostro Paese è in cima all’albo d’oro di questa manifestazione nata nel 1972-1973 (ha cambiato nome nel corso della storia). L’ultima a riuscirci è stata Busto Arsizio nel 2019 (lo scorso anno il torneo non venne portato a termine a causa dell’emergenza sanitaria). Proprio le Farfalle l’hanno vinta per tre volte (2010, 2012, 2019) al pari di Modena (1995, 1996, 1997).
Monza, capace di agguantare il terzo posto nella regular season di Serie A1 e ora attesa dai playoff scudetto, è presente nel massimo campionato italiano da appena cinque anni e questa era soltanto la sua terza apparizione in Europa (l’anno scorso si fermò agli ottavi di CEV Cup contro la Dinamo Kazan). La partita odierna, almeno per i primi due set (quelli che sono valsi l’apoteosi), è stato davvero a senso unico: le brianzole sono scappate subito in avvio e non hanno lasciato il minimo scampo alle padrone di casa.
Nei primi due set si sono messe in luce l’opposto Lise Van Hecke (10 punti, 3 muri), la schiacciatrice Flo Meijners (9 punti), la centrale Laura Heyrman (6) e la regista Alessia Orro. Da segnalare anche i tre muri a testa della centrale Anna Danesi (4 punti) e del martello Edina Begic (6 sigilli), prezioso lavoro anche del libero Beatrice Parrocchiale. Al Galatasaray non è bastato l’apporto della stella russa Tatiana Kosheleva (12 punti). Con la Coppa già in mano, coach Gaspari ha operato un ampio turnover inserendo Giulia Carraro, Federica Squarcini, Hanna Orthmann, Josephine Obossa, Hanna Davyskyba.
CEV Champions League
Gironi di Champions: derby tra Perugia e Trento, Conegliano al top
25/09/2021 A 09:14
Pallavolo
Mondiali U21, Azzurri alla 2ª fase in attesa di Michieletto
24/09/2021 A 19:31