La Procura di Siena ha richiesto l’archiviazione per l'incidente che ha coinvolto Alex Zanardi lo scorso 19 giugno 2020, lungo la provinciale tra Pienza e San Quirico d'Orcia mentre era a bordo della sua handbike. Per la Procura non è stato ravvisato "alcun nesso causale tra la condotta tenuta dall’autista dell’autocarro e la determinazione del sinistro stradale per il quale Zanardi ha riportato gravi lesioni". I legali della famiglia dell’ex pilota di Formula 1 e della leggenda paralimpica, ancora ricoverato in ospedale, hanno già depositato l'opposizione alla richiesta.
Secondo la procura, l’autocarro "viaggiava ad una velocità moderata e comunque ampiamente al di sotto del limite di velocità previsto su quel tratto di strada” e l’autista ha reagito con una manovra d'emergenza per allontanarsi dal centro della carreggiata e cercare di evitare l'impatto con l'handbike di Zanardi, senza riuscirci, però nella propria corsia di pertinenza.
I legali della famiglia Zanardi hanno depositato opposizione all'archiviazione, sostenendo la responsabilità dell'autista del Tir (accusato di lesioni colpose) nel cambio di manovra che portò Alex a perdere il controllo della sua handbike e a scontrarsi contro il mezzo pesante che procedeva in direzione contraria.
Paralimpiadi
Moglie Zanardi: "Alex fa cose ma non sempre, sfida inizia ora"
14/01/2021 A 16:34

Buon compleanno Zanardi! Lotta come sai

Paralimpiadi
Alex Zanardi, le perizie: "Perse controllo handbike"
07/10/2020 A 21:55
Paralimpiadi
Zanardi, il gip archivia l'inchiesta: il camionista non ha colpe
23/07/2021 A 07:47