Ai nostri occhi sembra sempre invincibile e capace di superare qualsiasi avversità, ma Bebe Vio nel quotidiano è anche altro, dovendo fare i conti con la sua condizione di disabile.
“Cado e mi rialzo, cado e mi rialzo? Esatto. Se dovessi stare attenta a tutto quello a cui dovrei stare attenta non potrei fare niente – ha dichiarato al Corriere della Sera – non potrei vivere davvero la mia vita. Quindi sì, mi riconosco nell’essere delicatissima in ogni cosa che faccio, anche se sono abbastanza “elefante” nel farla”
Paralimpiadi
Giochi Paralimpici 2024: cerimonia d'apertura agli Champs-Elysées
20/10/2022 ALLE 11:42

LE PROTESI DISTRUTTE SUL VULCANO

“Testarda, più che dura – lei replica – per questo resisto a tutto. Sono appena tornata da un giro bellissimo con un gruppo di amici alle Eolie. Che figata! Ero lì, abbiamo visto Vulcano, ho detto: cavoli, saliamo su! E il giorno dopo siamo saliti anche a Stromboli. Oddio, Stromboli! Ci siamo fatti dodici chilometri per andare su! Vuoi vedere i miei piedi? Distrutti. Te li mostro in una foto sul telefonino. Piedi tecnologici. Materiali speciali. Rovinati. Un disastro. Lo vedi il carbonio che ha bucato la plastica dura e esce fuori? È stata davvero dura, andar su fra le rocce. Ho preferito non mettere le scarpe e farmi la salita scalza. Ero consapevole che mi sarei ferita, sapevo che facendo quello sforzo sarei arrivata su con i monconi completamente rotti però salire era talmente bello!”

E RIGUARDO IL COVID E I VACCINI...

E pensare che medico sconsigliò ai genitori di Bebe di fare il vaccino contro la meningite: “Non posso dimenticare che disse a mia madre: ‘Signora, non vaccini assolutamente i suoi figli’- rivela Bebe al Corriere. Che doveva fare mia mamma? Si è fidata. È andata così. Sono viva solo perché un infermiere, in ospedale, riconobbe il male che aveva colpito due anni prima un bambino di Mestre, Pedro. Sennò…”.
“Io mi affido alla scienza – continua la schermitrice veneta – se mi dicono che quel vaccino può aiutare mi faccio aiutare… Ma so che ci sono anche persone che non si fidano. Perfino una mia amica strettissima. Cosa faccio, rinuncio a vederla? Cerco di difendermi: ho dodici tamponi fissi in macchina e ogni volta che ne finisco uno ne compro subito un altro. Neanche il tempo di salutare qualcuno e gli infilo subito un tampone in bocca. Nonostante il vaccino. Se becchiamo il Covid sappiamo di poter fare del male ad altri. Non si scherza su queste cose”.

Bebe Vio: "Quando vinci ti accorgi di quanto è stato importante perdere"

Paralimpiadi
Alex Zanardi torna a casa: dimesso dall’ospedale di Vicenza
20/09/2022 ALLE 14:44
Paralimpiadi
Come sta Alex Zanardi? Le condizioni dopo l’incendio della casa
03/08/2022 ALLE 10:22