Gli atleti provenienti da Russia e Bielorussia potranno competere come neutrali alle Paralimpiadi invernali del 2022 a Pechino dopo l'invasione dell'Ucraina. Il Comitato internazionale paralimpico ha affermato che i due Paesi "gareggeranno sotto la bandiera paralimpica e non saranno inclusi nel medagliere". La cerimonia di apertura è venerdì, mentre la competizione inizierà sabato.
Una riunione di emergenza del comitato esecutivo dell'IPC ha stabilito che non avrebbero bandito i 72 atleti russi, nonostante l'invasione dell'Ucraina. La squadra gareggerà come atleti neutrali sotto il nome del Comitato Paralimpico Russo (RPC), una sanzione già in vigore a causa del precedente scandalo del doping russo, e i loro risultati non verranno conteggiati nel medagliere. Una sanzione simile si applicherà agli atleti bielorussi.
Paralimpiadi
Come sta Alex Zanardi? Le condizioni dopo l’incendio della casa
03/08/2022 A 10:22
Come afferma il "Guardian", la decisione è conforme alle indicazioni fornite dal Comitato Olimpico Internazionale all'inizio di questa settimana. Il CIO ha chiesto alle organizzazioni sportive di vietare gli atleti e i funzionari russi dagli eventi sportivi, ma ha affermato che l'opzione della neutralità dovrebbe rimanere disponibile per gli eventi in cui "non è possibile con breve preavviso per motivi organizzativi o legali".

Fuochi d’artificio all’Olimpico: che inizino le Paralimpiadi

Paralimpiadi
Incendio nella villa di Zanardi, si temono danni ai macchinari
02/08/2022 A 19:17
Paralimpiadi
Bebe Vio: "Disabilità? L'Italia è più avanti di tanti Paesi"
14/06/2022 A 10:18