A quattro mesi dalla clamorosa vicenda Valieva che aveva scosso le Olimpiadi invernali di Pechino, la Federazione internazionale di pattinaggio ha alzato a 17 anni l'età minima per pattinatori e pattinatori artistici per partecipare alle competizioni senior. Il dibattito sulla giovanissima età dei pattinatori - e soprattutto delle pattinatrici - è riemerso durante i Giochi cinesi, sulla scia di quanto accaduto alla russa Kamila Valieva che, da grande favorita per il titolo olimpico a soli 15 anni, non aveva retto la pressione dopo essersi trovata al centro di un clamoroso scandalo doping.
La riforma, approvata dai delegati di 100 Paesi al Congresso di Phuket, in Thailandia, sarà attuata in due fasi. L'età minima aumenterà prima a 16 anni durante la stagione 2023-2024, poi a 17 dal 2024-2025 e dunque anche alle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026. Obiettivo: evitare la rottura fisica e mentale dei pattinatori la cui carriera sportiva di alto livello è spesso molto breve. "E' una decisione storica", ha commentato il presidente dell'Isu, Jan Dijkema, mentre il direttore generale dell'organismo Fredi Schmid aveva definito il voto un "momento di verità" prima dell'apertura del Congresso. La nuova regola sarà applicata a tutte e quattro le discipline: pattinaggio di figura, pattinaggio velocità, short track e pattinaggio sincronizzato.
Pattinaggio di figura
Nicole Della Monica si ritira: l’annuncio sui social
19/04/2022 A 15:49

Valieva, pianto irrefrenabile dopo l'esercizio che le costa il podio

Pattinaggio di figura
Grassl: "Lavoro per battere l'ansia, a Milano-Cortina..."
29/03/2022 A 14:48
Mondiali
Guignard-Fabbri, magnifico 4° posto con record italiano!
26/03/2022 A 21:15