Lutto nel mondo del pattinaggio artistico. Ekaterina Alexandrovskaya, atleta australiana di origini russe che ha brillato nella specialità delle coppie con Harley Windsor, è morta suicida a Mosca. La pattinatrice, ventenne, stando a quanto riportato dall’emittente televisiva REN, in stato di ubriachezza nella notte tra il 17 e il 18 luglio si è lanciata dalla finestra lasciando un messaggio di addio. Gli organi competenti hanno aperto in merito un’indagine.

Alexandrovskaya e Windsor hanno dominato in lungo e in largo in categoria Junior durante la stagione 2016-2017, conquistando la prima posizione sia alle Finali Grand Prix di Nagoya (Giappone) che la medaglia d’oro ai Mondiali di Taipei, occasione in cui superarono Aleksandra Boikova-Dmitrii Kozlovskii, oggi affermatissimi. Nell’annata sportiva successiva, all’esordio nella massima categoria, parteciparono alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, piazzandosi però al diciottesimo posto dopo lo short e mancando dunque la qualificazione per il segmento più lungo. La coppia ha poi annunciato la separazione ufficiale nel febbraio 2020.

Pattinaggio di figura
Hanyu torna e trionfa ai campionati giapponesi
26/12/2020 A 12:48
Pattinaggio di figura
Europei di pattinaggio ufficialmente cancellati
10/12/2020 A 19:28
Pattinaggio di figura
Gran Premio Italia 2020: Guignard e Fabbri trionfano a Trento
06/12/2020 A 18:37